parole scritte
interroga:  scripta  ·  bsu  ·  civita

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Camillo Boito, Il maestro di setticlavio, 1891

concordanze di «aveva»

nautoretestoannoconcordanza
1
1891
di statura, magro, sbarbato; aveva intorno a sessant'anni
2
1891
che in quegli anni aveva ancora luogo attorno alla
3
1891
alto. Da cinquant'anni aveva l'ufficio di maestro
4
1891
Chisiola, il quale gli aveva insegnato a cantare quasi
5
1891
sorridendo il vecchietto, che aveva l'udito fine "sei
6
1891
metodo di legger musica. Aveva da essere il setticlavio
7
1891
E la fanciulla lo aveva sempre chiamato nonno. Ella
8
1891
vicina terraferma, già egli aveva aperto delle trattative segrete
9
1891
due anni in cui aveva studiato il canto presso
10
1891
San Marco. Questi non aveva nulla di comune con
11
1891
maestro Chisiola; la quale aveva ereditato dal babbo un
12
1891
quale in principio non aveva veduto altro che l
13
1891
settimana dopo, il soprano aveva già persuaso lo Zen
14
1891
in chiesa, e prima aveva udita alcune volte in
15
1891
dirne un gran male, aveva osservato come non si
16
1891
resto, la fanciulla non aveva mai pensato al matrimonio
17
1891
cattiva intenzione da espiare, aveva mai parlato alla nipote
18
1891
d'acqua, e ne aveva bevuto due grandi bicchieri
19
1891
ultime due settimane, lo aveva turbato nelle sue aspirazioni
20
1891
Il vecchio nonno, che aveva voluto per forza trascinarsi
21
1891
quattrini suoi, quando ne aveva in tasca, ed a
22
1891
chiedevano, ed egli, se aveva, dava, o, mentre era
23
1891
per il bottegaio, che aveva ricevuto un carico di
24
1891
della oculatezza della fantesca; aveva piena fiducia nel senno
25
1891
voce, nella quale non aveva dianzi conosciuto altro che
26
1891
uscirono entrambi commossi. ¶ Mirate aveva voluto presiedere lui all
27
1891
Chisiola. Il vecchio non aveva voluto coricarsi: pareva rassegnato
28
1891
negli occhi; lo Zen aveva mangiato la sua brava
29
1891
del pianoforte non suo aveva cavato, per mezzo dell
30
1891
in saccoccia; lo Zen aveva afferrato il maestrino, autore
31
1891
Do. ¶ Intanto Nene, che aveva le fiamme al viso
32
1891
volto un triste pallore aveva sostituito il rosso acceso
33
1891
barcaiuoli morti dal sonno, aveva un aspetto sinistro. Attraversò
34
1891
pioggia a goccioloni. Nene aveva freddo e tremava. ¶ In
35
1891
montata in barca egli aveva ripetuto cento volte a
36
1891
Era andato a letto, aveva spento il lume, s
37
1891
le materasse pungevano. Allora aveva preso la risoluzione di
38
1891
mandò un acuto cigolío, aveva aperto. S'era appoggiato
39
1891
in memoria della quale aveva composto, la sera stessa
40
1891
suoi capelli candidi come aveva sconvolto quelli di Nene
41
1891
smorta; ma il sorriso aveva ripreso tutta la sua
42
1891
Per il nonno non aveva mai mostrato tanta devozione
43
1891
cigolare, dacché la prudenza aveva consigliato di ungere i
44
1891
giardinetto la giovane donna aveva loro gettato uno sguardo
45
1891
quattro interminabili giorni. Glielo aveva detto lui dianzi nel
46
1891
un celebrato maestro bolognese aveva scritto apposta la musica
47
1891
di due settimane, e aveva saputo destare la curiosità
48
1891
inoltre che il maestrone aveva lasciato fuori la solita
49
1891
della cupola. Il leone aveva l'artiglio somigliante a
50
1891
volesse frugare nella coscienza; aveva il muso in forma
51
1891
un corista zoppo, che aveva in custodia la musica
52
1891
fatto la barba e aveva il viso stralunato, proprio
53
1891
con aria molto agitata, aveva lasciato il suo posto
54
1891
stesse parole. Il pubblico aveva pigliato la cosa in
55
1891
il quale per primo aveva recato in chiesa la
56
1891
verità. Ma poi m'aveva pregata di non dir
57
1891
brevi fermate a Venezia aveva girato mezza Europa per
58
1891
soprano, per il quale aveva sempre provato una invincibile
59
1891
è tanto colorita; e aveva gli occhi stravolti". ¶ "Quando
60
1891
di un fatto, cui aveva dato poca importanza: la
61
1891
piedi. Singhiozzava, senza piangere; aveva sul volto i segni
62
1891
cinque giorni lo Zen aveva continuato a presentarsi alla
63
1891
ricevuto; ma il vecchio aveva dato ordine alla Maria
64
1891
pieno di afflizione. Non aveva più né pianoforte, né
65
1891
vedere di Nene. Nene aveva un momento di quiete
66
1891
quando lo Zen, che aveva vagato per le vie
67
1891
era già scappato lontano. Aveva un incendio nella testa
68
1891
canale. Non poté annegare; aveva fatto una giravolta, e
69
1891
bicchiere di vin buono. Aveva scelto fra i suoi
70
1891
infermo, e da vecchio aveva cura di me e
71
1891
inzuppata, raggrumandosi e indurando, aveva ridotto la tela rigida
72
1891
un legno. ¶ Don Antonio aveva le mani così scarne
73
1891
fece piangere il Papa. Aveva per consuetudine, ne' siti
74
1891
suo povero infermo. Ell'aveva pensato fino allora al
75
1891
una sua fidanzata; le aveva lasciato in deposito un
76
1891
in deliquio, perché ella aveva trovato nel paniere una
77
1891
che mai. Era immobile. Aveva gli occhi aperti e
78
1891
era assurda. Ciò che aveva mosso il nostro animo
79
1891
sua macchina, e già aveva la testa sotto il
80
1891
occhi torvi; magro, lungo; aveva la corda di un
81
1891
piazza di San Marco aveva suscitato in date condizioni
82
1891
un rematore sentimentale, che aveva le grazie da ballerino
83
1891
che le lunghe, e aveva letto così qualche sonetto
84
1891
mortale. E il Petrarca aveva amato con fervore Venezia
85
1891
con fervore Venezia: le aveva regalato una preziosa parte
86
1891
basilica di San Marco; aveva invitato a tornare ospite
87
1891
fasto della vita mondana aveva la sua influenza sull
88
1891
ampie curve. Ogni maniera aveva il suo proprio nome