parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Dante Alighieri, Divina Commedia, 1321

concordanze di «così»

nautoretestoannoconcordanza
1
1321
acqua perigliosa e guata, ¶ così l'animo mio, ch
2
1321
E venni a te così com' ella volse: ¶ d
3
1321
segnore e tu maestro». ¶ Così li dissi; e poi
4
1321
non ti crucciare: ¶ vuolsi così colà dove si puote
5
1321
augel per suo richiamo. ¶ Così sen vanno su per
6
1321
via lunga ne sospigne». ¶ Così si mise e così
7
1321
Così si mise e così mi fé intrare ¶ nel
8
1321
di ciò fanno bene». ¶ Così vid' i' adunar la
9
1321
sesto tra cotanto senno. ¶ Così andammo infino a la
10
1321
con voci soavi. ¶ Traemmoci così da l'un de
11
1321
più famosi gentili uomini.] ¶ Così discesi del cerchio primaio
12
1321
suo fatale andare: ¶ vuolsi così colà dove si puote
13
1321
divina. ¶ Intesi ch'a così fatto tormento ¶ enno dannati
14
1321
schiera larga e piena, ¶ così quel fiato li spiriti
15
1321
di sé lunga riga, ¶ così vid' io venir, traendo
16
1321
pietade ¶ io venni men così com' io morisse. ¶ E
17
1321
senta il bene, e così la doglienza. ¶ Tutto che
18
1321
terra la fiera crudele. ¶ Così scendemmo ne la quarta
19
1321
in cui s'intoppa, ¶ così convien che qui la
20
1321
tieni?» e «Perché burli?». ¶ Così tornavan per lo cerchio
21
1321
posson con parola integra». ¶ Così girammo de la lorda
22
1321
che sua memoria fregi: ¶ così s'è l'ombra
23
1321
mi lasciar», diss' io, «così disfatto; ¶ e se 'l
24
1321
lascerò nel mondo basso». ¶ Così sen va, e quivi
25
1321
di tornar mai suso». ¶ Così disse 'l maestro; ed
26
1321
mille anime distrutte ¶ fuggir così dinanzi ad un ch
27
1321
tutt' il loco varo, ¶ così facevan quivi d'ogne
28
1321
foco ¶ vivo ten vai così parlando onesto, ¶ piacciati di
29
1321
però fu la risposta così piena. ¶ Di sùbito drizzato
30
1321
si mosse; e poi, così andando, ¶ mi disse: «Perché
31
1321
no i fia riguardo». ¶ Così 'l maestro; e io
32
1321
che tu ti cale». ¶ Così prendemmo via giù per
33
1321
ciò ch'el tocca? ¶ Così non soglion far li
34
1321
c'ha 'l pel così nero, ¶ è Azzolino; e
35
1321
costoro assai riconobb' io. ¶ Così a più a più
36
1321
presente rigagno ¶ si diriva così dal nostro mondo, ¶ perché
37
1321
fa ne la cruna. ¶ Così adocchiato da cotal famiglia
38
1321
il cielo a te così benigno, ¶ dato t'avrei
39
1321
lor battuti e punti, ¶ così rotando, ciascuno il visaggio
40
1321
che i vivi piedi ¶ così sicuro per lo 'nferno
41
1321
tu già ten piagni». ¶ Così gridai con la faccia
42
1321
saria possuto dirsi ¶ tosto così com' e' fuoro spariti
43
1321
per mille esser recetto; ¶ così, giù d'una ripa
44
1321
a far sua guerra, ¶ così la fiera pessima si
45
1321
i suoi omeri forti». ¶ Così ancor su per la
46
1321
maestro, disdegnoso e fello; ¶ così ne puose al fondo
47
1321
di fuor son ponticelli, ¶ così da imo de la
48
1321
il nostro avaro seno». ¶ Così parlando il percosse un
49
1321
ch'i' son stato così sottosopra, ¶ ch'el non
50
1321
fu molle ¶ suo re, così fia lui chi Francia
51
1321
di parlasia ¶ si travolse così alcun del tutto; ¶ ma
52
1321
Euripilo ebbe nome, e così 'l canta ¶ l'alta
53
1321
che ne' fianchi è così poco, ¶ Michele Scotto fu
54
1321
per Dante questa opera.] ¶ Così di ponte in ponte
55
1321
ch'ei tenesser patto; ¶ così vid' ïo già temer
56
1321
campar lor legno, ¶ talor così, ad alleggiar la pena
57
1321
come s'appressava Barbariccia, ¶ così si ritraén sotto i
58
1321
n'accapriccia, ¶ uno aspettar così, com' elli 'ncontra ¶ ch
59
1321
fu di là vicino. ¶ Così foss' io ancor con
60
1321
l barattier fu disparito, ¶ così volse li artigli al
61
1321
E noi lasciammo lor così 'mpacciati. ¶ CANTO XXIII ¶ [Canto
62
1321
de l'altro scoppia, ¶ così nacque di quello un
63
1321
fé doppia. ¶ Io pensava così: «Questi per noi ¶ sono
64
1321
che li pesi ¶ fan così cigolar le lor bilance
65
1321
pecorelle a pascer caccia. ¶ Così mi fece sbigottir lo
66
1321
turbar la fronte, ¶ e così tosto al mal giunse
67
1321
che 'nnanzi si proveggia, ¶ così, levando me sù ver
68
1321
Omai convien che tu così ti spoltre», ¶ disse 'l
69
1321
quinci e non intendo, ¶ così giù veggio e neente
70
1321
medesmo ritornò di butto. ¶ Così per li gran savi
71
1321
carpon per questo calle». ¶ Così vid' io la settima
72
1321
non saria per tempo. ¶ Così foss' ei, da che
73
1321
m'era avviso ¶ che così fosse, e già voleva
74
1321
Ulisse e Dïomede, e così insieme ¶ a la vendetta
75
1321
pareva dal dolor trafitto; ¶ così, per non aver via
76
1321
Savio bagna il fianco, ¶ così com' ella sie' tra
77
1321
guerir de la lebbre, ¶ così mi chiese questi per
78
1321
ebbe 'l suo dir così compiuto, ¶ la fiamma dolorando
79
1321
com' io vidi un, così non si pertugia, ¶ rotto
80
1321
e però son fessi così. ¶ Un diavolo è qua
81
1321
e quest' è ver così com' io ti parlo
82
1321
ch'a dir fu così ardito! ¶ E un ch
83
1321
punzelli. ¶ Perch' io parti' così giunte persone, ¶ partito porto
84
1321
è in questo troncone. ¶ Così s'osserva in me
85
1321
a sé più pio». ¶ Così parlammo infino al loco
86
1321
e va rabbioso altrui così conciando». ¶ «Oh», diss' io
87
1321
a peccar con esso così venne, ¶ falsificando sé in
88
1321
non l'avei tu così presto; ¶ ma sì e
89
1321
assiepa!». ¶ Allora il monetier: «Così si squarcia ¶ la bocca
90
1321
la medicina mi riporse; ¶ così od' io che solea
91
1321
che l'aere stipa, ¶ così forando l'aura grossa
92
1321
di torri si corona, ¶ così la proda che 'l
93
1321
parliamo a vòto; ¶ ché così è a lui ciascun
94
1321
che scotesse una torre così forte, ¶ come Fïalte a
95
1321
a sé nol chiama». ¶ Così disse 'l maestro; e
96
1321
mai non cinse ¶ forte così; ond' ei come due
97
1321
Qual se' tu che così rampogni altrui?». ¶ «Or tu
98
1321
quel ch'ebbe or così la lingua pronta. ¶ El
99
1321
per fame si manduca, ¶ così 'l sovran li denti
100
1321
quel tutto ¶ ch'a così fatta parte si confaccia
101
1321
che tre ne facea così dolenti. ¶ A quel dinanzi
102
1321
le leggi d'abisso così rotte? ¶ o è mutato
103
1321
a più lieve salita». ¶ Così sparì; e io sù
104
1321
nessun si mostra schivo, ¶ così al viso mio s
105
1321
poco s'arrestasse. ¶ Rispuosemi: «Così com' io t'amai
106
1321
amai ¶ nel mortal corpo, così t'amo sciolta: ¶ però
107
1321
son da maggior cura; ¶ così vid' io quella masnada
108
1321
di soverchiar questa parete». ¶ Così 'l maestro; e quella
109
1321
incominciò: «Chiunque ¶ tu se', così andando, volgi 'l viso
110
1321
non fa pressa; ¶ e così da la calca si
111
1321
era disgiunto. ¶ Veramente a così alto sospetto ¶ non ti
112
1321
Quell' anima gentil fu così presta, ¶ sol per lo
113
1321
per non aver fé». ¶ Così rispuose allora il duca
114
1321
il gallo di Gallura». ¶ Così dicea, segnato de la
115
1321
n chi la vede; così fatti ¶ vid' io color
116
1321
a te, cantando osanna, ¶ così facciano li uomini de
117
1321
dietro a noi restaro». ¶ Così a sé e noi
118
1321
di colui è scura. ¶ Così ha tolto l'uno
119
1321
sue mani. ¶ Ito è così e va, sanza riposo
120
1321
perché a poco vento così cadi?». ¶ Menocci ove la
121
1321
quaderno e la doga; ¶ così s'allenta la ripa
122
1321
salendo altrui dismala. ¶ Ivi così una cornice lega ¶ dintorno
123
1321
la ripa eran sofferti. ¶ Così li ciechi a cui
124
1321
non approda il sole, ¶ così a l'ombre quivi
125
1321
che parli, acco'lo». ¶ Così due spirti, l'uno
126
1321
domandata era, ¶ si sdebitò così: «Non so; ma degno
127
1321
va con loro, ¶ vertù così per nimica si fuga
128
1321
il periglio l'assanni, ¶ così vid' io l'altr
129
1321
mostra esperïenza e arte; ¶ così mi parve da luce
130
1321
che là sù è, così corre ad amore ¶ com
131
1321
mio, ¶ perché hai tu così verso noi fatto? ¶ Ecco
132
1321
darti forza al piede: ¶ così frugar conviensi i pigri
133
1321
né a sentir di così aspro pelo, ¶ che l
134
1321
lo tempo per calendi?». ¶ Così per una voce detto
135
1321
montar sù dirittamente vai». ¶ Così rispuose, e soggiunse: «I
136
1321
Lo mondo è ben così tutto diserto ¶ d'ogne
137
1321
seco di necessitate. ¶ Se così fosse, in voi fora
138
1321
ch'io li paia». ¶ Così tornò, e più non
139
1321
dire e al far così intero. ¶ E come questa
140
1321
pria che muoia tutto; ¶ così l'imaginar mio cadde
141
1321
soverchio sua figura vela, ¶ così la mia virtù quivi
142
1321
l dì non riede». ¶ Così disse il mio duca
143
1321
in sua matera dura, ¶ così l'animo preso entra
144
1321
che la notte aggrava, ¶ così lo sguardo mio le
145
1321
volto, ¶ com' amor vuol, così le colorava. ¶ Poi ch
146
1321
ell' avea 'l parlar così disciolto, ¶ cominciava a cantar
147
1321
sien sempre di fori». ¶ Così pregò 'l poeta, e
148
1321
fatto fui roman pastore, ¶ così scopersi la vita bugiarda
149
1321
a le cose terrene, ¶ così giustizia qui a terra
150
1321
amore, onde operar perdési, ¶ così giustizia qui stretti ne
151
1321
cagion», disse, «in giù così ti torse?». ¶ E io
152
1321
puoi veder perch' io così ragiono. ¶ Vattene omai: non
153
1321
dinanzi a noi chiamar così nel pianto ¶ come fa
154
1321
lì potea cosa vedere: ¶ così m'andava timido e
155
1321
tosto sù li 'nvii». ¶ Così ne disse; e però
156
1321
spendere, e pente'mi ¶ così di quel come de
157
1321
far non basta. ¶ Se così è, qual sole o
158
1321
monte come far solemo». ¶ Così l'usanza fu lì
159
1321
di ramo in ramo, così quello in giuso, ¶ cred
160
1321
essa e non restanno, ¶ così di retro a noi
161
1321
informava. ¶ Non credo che così a buccia strema ¶ Erisittone
162
1321
Virgilio è questi che così mi dice», ¶ e addita
163
1321
e vanno in filo, ¶ così tutta la gente che
164
1321
bisogno stimolo il trafigge, ¶ così intrammo noi per la
165
1321
virtù formativa raggia intorno ¶ così e quanto ne le
166
1321
diversi color diventa addorno; ¶ così l'aere vicin quivi
167
1321
contente a brieve festa; ¶ così per entro loro schiera
168
1321
drizzan li volti, ¶ e così ferman sua oppinïone ¶ prima
169
1321
per lor s'ascolti. ¶ Così fer molti antichi di
170
1321
l gelso diventò vermiglio; ¶ così, la mia durezza fatta
171
1321
la rende. ¶ Quinci Letè; così da l'altro lato
172
1321
rendei. ¶ Né ancor fu così nostra via molta, ¶ quando
173
1321
quei di fori. ¶ Sotto così bel ciel com' io
174
1321
che Roma di carro così bello ¶ rallegrasse Affricano, o
175
1321
la sostenea lunga fïata: ¶ così dentro una nuvola di
176
1321
mi gravò la fronte. ¶ Così la madre al figlio
177
1321
foco fonder la candela; ¶ così fui sanza lagrime e
178
1321
volse le sue parole così poscia: ¶ «Voi vigilate ne
179
1321
del passare innanzi ¶ dovessiti così spogliar la spene? ¶ E
180
1321
che miran più profondo». ¶ Così cantando cominciaro; e poi
181
1321
parete ¶ di non caler - così lo santo riso ¶ a
182
1321
torce il ventre quindi». ¶ Così dintorno a l'albero
183
1321
videro scemata loro scuola ¶ così di Moïsè come d
184
1321
fa che tu scrive». ¶ Così Beatrice; e io, che
185
1321
la bocca aperta. ¶ Trasformato così 'l dificio santo ¶ mise
186
1321
l savio che ristette. ¶ Così sen giva; e non
187
1321
da me son porte, ¶ così queste parole segna a
188
1321
per segno fuor dischiusa; ¶ così, poi che da essa
189
1321
pelegrin che tornar vuole, ¶ così de l'atto suo
190
1321
la materia è sorda, ¶ così da questo corso si
191
1321
ha podere ¶ di piegar, così pinta, in altra parte
192
1321
l magro un corpo, così questo ¶ nel suo volume
193
1321
altrui raggio si rifonde ¶ così come color torna per
194
1321
e dal freddo primai, ¶ così rimaso te ne l
195
1321
Questi organi del mondo così vanno, ¶ come tu vedi
196
1321
diverse potenze si risolve, ¶ così l'intelligenza sua bontate
197
1321
di quel si ringrazia, ¶ così fec' io con atto
198
1321
intende; ¶ sorella fu, e così le fu tolta ¶ di
199
1321
e l'ultima possanza». ¶ Così parlommi, e poi cominciò
200
1321
c'ha men salita. ¶ Così parlar conviensi al vostro
201
1321
segue la forza; e così queste fero ¶ possendo rifuggir
202
1321
la sua man severo, ¶ così l'avria ripinte per
203
1321
come fuoro sciolte; ¶ ma così salda voglia è troppo
204
1321
di faville d'amor così divini, ¶ che, vinta, mia
205
1321
veder, che, come apprende, ¶ così nel bene appreso move
206
1321
parlar non spezza, ¶ continüò così 'l processo santo: ¶ «Lo
207
1321
servando, far peggio; e così stolto ¶ ritrovar puoi il
208
1321
ch'udir parlar di così fatto cólto. ¶ Siate, Cristiani
209
1321
a suo piacer combatte!». ¶ Così Beatrice a me com
210
1321
sia la corda queta, ¶ così corremmo nel secondo regno
211
1321
tuo piacer ti sazia». ¶ Così da un di quelli
212
1321
la figura santa; ¶ e così chiusa chiusa mi rispuose
213
1321
voci fanno dolci note; ¶ così diversi scanni in nostra
214
1321
felices ignes horum malacòth!». ¶ Così, volgendosi a la nota
215
1321
sì giustamente morse; ¶ e così nulla fu di tanta
216
1321
perché tu veggi lì così com' io. ¶ Tu dici
217
1321
a l'allegrezze sue! ¶ Così fatta, mi disse: «Il
218
1321
m'hai lieto, e così mi fa chiaro, ¶ poi
219
1321
che qui appresso me così scintilla ¶ come raggio di
220
1321
che in vista lucenti: ¶ così cinger la figlia di
221
1321
spirto d'amor turge; ¶ così vid' ïo la gloriosa
222
1321
incominciar, faccendosi più mera: ¶ «Così com' io del suo
223
1321
più non s'allaga: ¶ così di quelle sempiterne rose
224
1321
elli ad una militaro, ¶ così la gloria loro insieme
225
1321
perfezion quivi s'acquista. ¶ Così fu fatta già la
226
1321
tutta l'animal perfezïone; ¶ così fu fatta la Vergine
227
1321
l mio detto; ¶ e così puote star con quel
228
1321
nega ¶ ne l'un così come ne l'altro
229
1321
e rallegrano li atti, ¶ così, a l'orazion pronta
230
1321
sua parvenza si difende; ¶ così questo folgór che già
231
1321
insieme e nel trapasso: ¶ così si veggion qui diritte
232
1321
nota non è intesa, ¶ così da' lumi che lì
233
1321
unquam celi ianüa reclusa?». ¶ Così quel lume: ond' io
234
1321
quel ch'è primo, così come raia ¶ da l
235
1321
voler mio. ¶ Poi cominciai così: «L'affetto e 'l
236
1321
vinto ¶ nel montar sù, così sarà nel calo. ¶ Bellincion
237
1321
Cincinnato e Corniglia. ¶ A così riposato, a così bello
238
1321
A così riposato, a così bello ¶ viver di cittadini
239
1321
viver di cittadini, a così fida ¶ cittadinanza, a così
240
1321
così fida ¶ cittadinanza, a così dolce ostello, ¶ Maria mi
241
1321
venti ¶ carbone in fiamma, così vid' io quella ¶ luce
242
1321
si fé più bella, ¶ così con voce più dolce
243
1321
i liti sanza posa, ¶ così fa di Fiorenza la
244
1321
illustri cittadini; ¶ e vidi così grandi come antichi, ¶ con
245
1321
i suoi gran fatti. ¶ Così facieno i padri di
246
1321
in trïangol due ottusi, ¶ così vedi le cose contingenti
247
1321
previsa vien più lenta». ¶ Così diss' io a quella
248
1321
tutta l'anima tolta, ¶ così nel fiammeggiar del folgór
249
1321
era ferza del paleo. ¶ Così per Carlo Magno e
250
1321
non seguon la storia». ¶ Così un sol calor di
251
1321
sampogna vento che penètra, ¶ così, rimosso d'aspettare indugio
252
1321
eletti; ¶ ed ènne dolce così fatto scemo, ¶ perché il
253
1321
Iddio, e noi volemo». ¶ Così da quella imagine divina
254
1321
disposto a sola latria». ¶ Così ricominciommi il terzo sermo
255
1321
tutti li ardor vostri, ¶ così m'ha dilatata mia
256
1321
ad essa varca, ¶ onde così dal viso ti s
257
1321
che qui 'l soccorso». ¶ Così mi disse, e indi
258
1321
che l'alba nasca; ¶ così la donna mïa stava
259
1321
atterra, ¶ la mente mia così, tra quelle dape ¶ fatta
260
1321
aspetto facea mero; ¶ e così, figurando il paradiso, ¶ convien
261
1321
prese il buon cammino». ¶ Così Beatrice; e io, che
262
1321
occhi miei; ¶ vid' io così più turbe di splendori
263
1321
supprema perché lì entre». ¶ Così la circulata melodia ¶ si
264
1321
quel ch'ei pensa». ¶ Così Beatrice; e quelle anime
265
1321
l'ultimo che voli; ¶ così quelle carole, differente- ¶ mente
266
1321
lo spiro, ¶ che favellò così com' i' ho detto
267
1321
approvarla, non per terminarla, ¶ così m'armava io d
268
1321
giù per dottrina, fosse così 'nteso, ¶ non lì avria
269
1321
loco ingegno di sofista». ¶ Così spirò di quello amore
270
1321
la novella ¶ proposizion che così ti conchiude, ¶ perché l
271
1321
ch'el si tace; ¶ così, benedicendomi cantando, ¶ tre volte
272
1321
e mormorando, l'affezione; ¶ così vid' ïo l'un
273
1321
onde a te venne». ¶ Così seguì 'l secondo lume
274
1321
le mie ali a così alto volo, ¶ a la
275
1321
volo, ¶ a la risposta così mi prevenne: ¶ «La Chiesa
276
1321
non per alcun fallo, ¶ così vid' io lo schiarato
277
1321
eletto». ¶ La donna mia così; né però piùe ¶ mosser
278
1321
ben, come s'intende, ¶ così accende amore, e tanto
279
1321
la stimativa non soccorre; ¶ così de li occhi miei
280
1321
giardino, ove costei ¶ a così lunga scala ti dispuose
281
1321
ch'uom favella; ¶ ma così o così, natura lascia
282
1321
favella; ¶ ma così o così, natura lascia ¶ poi fare
283
1321
ascoltando, timida si fane, ¶ così Beatrice trasmutò sembianza; ¶ e
284
1321
in sù vid' io così l'etera addorno ¶ farsi
285
1321
poi di vederla sepolta. ¶ Così si fa la pelle
286
1321
nota con suo metro; ¶ così la mia memoria si
287
1321
a contenerlo sarebbe arto. ¶ Così l'ottavo e 'l
288
1321
tentare, è fatto sodo!». ¶ Così la donna mia; poi
289
1321
d'ogne sua paroffia; ¶ così fec'ïo, poi che
290
1321
mostrato Serafi e Cherubi. ¶ Così veloci seguono i suoi
291
1321
partorisce e buona voglia: ¶ così di grado in grado
292
1321
L'altro ternaro, che così germoglia ¶ in questa primavera
293
1321
tutto non è intervallo, ¶ così 'l triforme effetto del
294
1321
del sol più oltre, così 'l ciel si chiude
295
1321
viso che più trema, ¶ così lo rimembrar del dolce
296
1321
di più forti obietti, ¶ così mi circunfulse luce viva
297
1321
in te si sazi»: ¶ così mi disse il sol
298
1321
de le palpebre mie, così mi parve ¶ di sua
299
1321
süa in che disparve, ¶ così mi si cambiaro in
300
1321
dal corpo si disnodi». ¶ Così orai; e quella, sì
301
1321
dove 'l sol declina, ¶ così, quasi di valle andando
302
1321
lume si fa scemo, ¶ così quella pacifica oriafiamma ¶ nel
303
1321
mei', ¶ puoi tu veder così di soglia in soglia
304
1321
lui cotanta cerna fanno, ¶ così di contra quel del
305
1321
anni; ¶ e sotto lui così cerner sortiro ¶ Francesco, Benedetto
306
1321
che par di foco?». ¶ Così ricorsi ancora a la
307
1321
ne l'etterna pace ¶ così è germinato questo fiore
308
1321
che nacque da essa. ¶ Così la neve al sol
309
1321
al sol si disigilla; ¶ così al vento ne le
310
1321
l'ombra d'Argo. ¶ Così la mente mia, tutta