parole scritte
interroga:  scripta  ·  bsu  ·  civita

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Giovanni Vailati, Alcune osservazioni sulle questioni di parole nella storia della scienza e della cultura, 1898

concordanze di «e»

nautoretestoannoconcordanza
1
1898
qui nella nostra università e in una recente pubblicazione
2
1898
finale della discussione che è ora impegnata tra gli
3
1898
lingue classiche nei licei e quelli che vorrebbero invece
4
1898
giustificare il suo mantenimento e la sua espansione.20 ¶ Nella
5
1898
alla storia delle scienze e della cultura, dai quali
6
1898
la stretta connessione psicologica e genealogica tra le credenze
7
1898
scienza dei tempi passati e le credenze in cui
8
1898
noi delle stesse cause e delle stesse tendenze mentali
9
1898
riputiamo puerili o strane, e andiamo sempre più riconoscendo
10
1898
formazione delle idee nostre e di quelle che dominano
11
1898
qualificare i sistemi filosofici e le imperfette costruzioni scientifiche
12
1898
ridonare alla cultura storica e filosofica una più larga
13
1898
citare l'impulso che è stato dato, in questi
14
1898
fiorenti nelle università americane, e, last not least, il
15
1898
della logica matematica. ¶ Ma è tempo di conchiudere, e
16
1898
è tempo di conchiudere, e conchiudo augurandomi che l
17
1898
l'attitudine di dispregio e di indifferenza che da
18
1898
una collezione di infeconde e vane logomachie. ¶ Sia pure
19
1898
di quel gran scienziato e filosofo che fu il
20
1898
di filosofia, quella che è più meritevole "que l
21
1898
on s'en moque" è quella che consiste nel
22
1898
del passato abbiano parlato e scritto solo per i
23
1898
per i loro contemporanei, e che noi non abbiamo
24
1898
cose che ora non è permesso di ignorare neppure
25
1898
vero ciò che non è vero, questo fa credere
26
1898
tra le proposizioni "essenziali" e le proposizioni "accidentali", ricompare
27
1898
le proposizioni "futili" (trifling) e le proposizioni "reali", e
28
1898
e le proposizioni "reali", e in Kant come una
29
1898
tra le proposizioni "analitiche" e le proposizioni "sintetiche". ¶ 4 Metaphysica
30
1898
Socrate, i ragionamenti induttivi e la definizione dell'universale
31
1898
Socrate cercò l'universale e rivolse per primo il
32
1898
vécu d'avantage. Non è forse esagerato il dire
33
1898
la cui importanza pratica e didattica non è, del
34
1898
pratica e didattica non è, del resto, sempre trascurabile
35
1898
questo ordine d'indagine è stato recentemente portato dal
36
1898
Existenz ab, was existirt". È pure da consultare in
37
1898
unbelebten Natur (1898). ¶ 9 Una succinta e chiara trattazione di questo
38
1898
Nel campo filosofico mi è grato citare, come un
39
1898
per molti riguardi notevole e degna di essere segnalata
40
1898
suo trattato d'ottica e di elettricità. ¶ 12 Cfr. in
41
1898
specie di definizioni. ¶ 13 Ne è prova il fatto che
42
1898
pure fu (dal Benedetti, e anche da Galileo nei
43
1898
un equivoco verbale, ci è offerto dalla cosiddetta teoria
44
1898
super, inter, extra, tran). E notevole in proposito un
45
1898
sulla formazione dei miti e delle leggende ha cominciato
46
1898
l'attenzione dei filologi e dei folkloristi. In una
47
1898
alla povertà del linguaggio. ¶ 18 È sommamente da deplorare la
48
1898
nel quale erano raccolti e classificati i principali tipi
49
1898
intervento della nostra coscienza e volontà. Così avviene spesso
50
1898
consci delle analogie vaghe e superficiali su cui si
51
1898
aspetto di verità evidenti e indiscutibili pel solo fatto
52
1898
meno del linguaggio volgare è pieno di frasi ed
53
1898
riconosceremmo nel nostro pure, e in quelli ad esso
54
1898
il nostro linguaggio ricorre e delle metafore che esso
55
1898
dalla loro rappresentazione geometrica, e come non nuoce al
56
1898
per essere tipicamente arida e il più possibile sfrondata
57
1898
da ogni lenocinio retorico, e dalla quale come è
58
1898
e dalla quale come è noto abbiamo ereditato la
59
1898
riferentisi alle operazioni intellettuali e ai concetti fondamentali della
60
1898
concetti fondamentali della scienza, è interamente improntata alle più
61
1898
tra i fenomeni mentali e quelli del mondo fisico
62
1898
al loro senso concreto e materiale, e di provocare
63
1898
senso concreto e materiale, e di provocare o dar
64
1898
forza o plausibilità alcuna.16 ¶ E tanta è la potenza
65
1898
plausibilità alcuna.16 ¶ E tanta è la potenza delle parole
66
1898
la potenza delle parole e del fascino che esse
67
1898
non esclusi i filosofi e gli scienziati, che, in
68
1898
d'una teoria morta e sepolta da secoli può
69
1898
sue più remote conseguenze, e trovarsi nel caso di
70
1898
ho detto sin qui è certamente ben lungi dal
71
1898
di emanciparsene. ¶ Non v'è forse alcun'altra caratteristica
72
1898
luogo a tante differenze e gradazioni tra uomini, d
73
1898
impedisce che tale attitudine e suscettibilità siano estremamente soggette
74
1898
soggette a subire alterazioni e modificazioni a seconda della
75
1898
studio delle scienze fisiche e matematiche costituisca uno dei
76
1898
migliori mezzi per educare e fortificare la mente a
77
1898
mente a tale riguardo, è opinione assai antica, tanto
78
1898
scienze (come la geometria e l'astronomia) venivano insegnati
79
1898
per questo stesso scopo, è da attribuirsi a un
80
1898
lunga più discordi. ¶ V'è anzi su questo soggetto
81
1898
filosofiche dell'antica Grecia e quelle che prevalgono fra
82
1898
del tutto ogni efficacia e praticità a qualsiasi trattazione
83
1898
teorica rivolta all'esame e all'analisi dei vari
84
1898
vari processi di ragionamento e alla caratterizzazione delle corrispondenti
85
1898
o qualunque altra scienza, e che una trattazione teorica
86
1898
persona colta. ¶ Dello spirito e della forma con cui
87
1898
scritti d'Aristotele, Topica e Sophistici elenchi, i soli
88
1898
dedicati allo stesso scopo, e di cui pur troppo
89
1898
a noi.18 ¶ Il tempo e l'indole della presente
90
1898
esame della controversia sopraindicata, e tendere a far abbracciare
91
1898
principali tra tali tratti, e tra questi anzitutto il
92
1898
questi anzitutto il sorgere e l'imponente sviluppo che
93
1898
linguaggio, la filologia comparata, e la tendenza che si
94
1898
dalle questioni puramente fonetiche e relative alle trasformazioni dei
95
1898
struttura intima del linguaggio e i fenomeni che presenta
96
1898
di significato delle parole e delle flessioni, per designare
97
1898
la convenzione di denotare e trattare, come se fossero
98
1898
numeri propriamente detti (interi e frazionati), le relazioni ed
99
1898
riguardanti i vari modi e processi che portano a
100
1898
introduzioni di enti fittizi, e delle varie specie di
101
1898
varie specie di vantaggi e di inconvenienti a cui
102
1898
loro modo di comportarsi e di comunicarsi calore quando
103
1898
a contatto fra loro, e la credenza che corpi
104
1898
in cui un liquido è stato versato in tal
105
1898
spingere alle prime esperienze e misure sulla capacità termica
106
1898
termica delle diverse sostanze,13 e nel far presagire che
107
1898
son posti a contatto. ¶ È pure dall'opinione che
108
1898
quantità di calore scomparso e capace di ricomparire, ci
109
1898
quali essa si riferisce, e ci fa riguardare come
110
1898
riguardare come perfettamente naturale e anzi, a priori, affatto
111
1898
raggiunga un dato grado. ¶ È noto di quanto aiuto
112
1898
noto di quanto aiuto e in pari tempo di
113
1898
altro di temperatura inferiore e il fluire d'un
114
1898
quantità di calore trasmessa e dalla differenza delle due
115
1898
dalla quantità d'acqua e dal dislivello disponibile, questa
116
1898
Fu del resto, come è noto, per mezzo di
117
1898
espandendosi a pressione costante e quella d'un gas
118
1898
il calore che scompare e il lavoro a cui
119
1898
sulle leggi dell'urto e della comunicazione di movimento
120
1898
di una sostanza materiale, e in primo luogo quella
121
1898
ma solo a trasformazioni e trasmigrazioni da un corpo
122
1898
corpo di dato peso e di data velocità, divenne
123
1898
tal funzione del peso e della velocità, che abbia
124
1898
lo stesso valore prima e dopo l'urto. ¶ L
125
1898
che il valore assoluto, e doveva rifiutarsi ad ammettere
126
1898
proprietà intuita da Cartesio, e che tal modo consiste
127
1898
corpi di un sistema, è costantemente accompagnata da una
128
1898
occupata dai corpi stessi e dall'intensità e direzione
129
1898
stessi e dall'intensità e direzione delle forze a
130
1898
qualche cosa". Non c'è invero nessuna ragione per
131
1898
cioè la forza viva e il potenziale), se non
132
1898
rimanesse di quantità invariabile. ¶ È evidente che qualunque altra
133
1898
importante, in ogni caso, è il sussistere d'una
134
1898
considerazioni fin qui svolte e i fatti addotti per
135
1898
contribuire a suggerirci analogie e provocarci quindi a immaginare
136
1898
quindi a immaginare ipotesi e costruire esperienze, mi sembrano
137
1898
piuttostoché sotto un'altra. ¶ È il diverso grado di
138
1898
vari modi di rappresentare e di formulare una stessa
139
1898
formulare una stessa teoria, e la diversa direzione verso
140
1898
nuovi modi di formulare e d'esprimere ciò che
141
1898
di nuove leggi. ¶ Ed è per la stessa ragione
142
1898
soggetto furono prematuramente schematizzate e rappresentate in modo da
143
1898
queste su false tracce e a impedire che una
144
1898
in certo modo automaticamente15 e senza il minimo intervento
145
1898
cui ho finora parlato è quella che si manifesta
146
1898
analisi, servirsi delle prime, e come se qualunque indefinitezza
147
1898
alla domanda: "Che cos'è la tal cosa?" non
148
1898
non può provenire sempre e solamente dal fatto che
149
1898
ci sia più nota e della quale quindi ci
150
1898
possibile servirci per definirla. ¶ È questa la ragione che
151
1898
che possa esser conveniente, e per certi scopi anche
152
1898
di "tempo", di "spazio" e di "moto", sia per
153
1898
sia per ridurle se è possibile ad altre nozioni
154
1898
nozioni ancora più elementari e più immediatamente conosciute, sia
155
1898
investigarne l'origine psicologica e le condizioni di sviluppo
156
1898
saper dire che cos' è la tale o la
157
1898
una confessione d'ignoranza, è un'opinione che si
158
1898
del tipo: "Che cosa è ciò?", domande che al
159
1898
come nuovo o strano, è già stato osservato e
160
1898
è già stato osservato e notato, e per così
161
1898
stato osservato e notato, e per così dire messo
162
1898
persone alle quali egli è solito ricorrere per procurarsi
163
1898
una cosa si chiama è avere in mano una
164
1898
in questione, ma egli è condotto quasi a immaginarsi
165
1898
connessa pure alle precedenti, e non meno di essa
166
1898
a delle difficoltà immaginarie, è la tendenza a credere
167
1898
la domanda: "Che cosa è il valore?" è una
168
1898
cosa è il valore?" è una domanda alla quale
169
1898
d'una determinata classe, è tale da godere delle
170
1898
per una coppia A e B, e inoltre per
171
1898
coppia A e B, e inoltre per un'altra
172
1898
per un'altra B e C, che abbia colla
173
1898
sussista pure tra A e C. ¶ Nasce senz'altro
174
1898
gli equimultipli di a e c si accordano nel
175
1898
agli equimultipli di b e d, si dirà che
176
1898
terzo col quarto (Euclide), e queste convenzioni sarebbero perfettamente
177
1898
alle domande: "Che cos'è la direzione d'una
178
1898
una retta?", "Che cos'è il rapporto tra due
179
1898
considerata, tutte le locuzioni e le regole di deduzione
180
1898
temperatura del corpo B è minore di quella del
181
1898
massa del corpo A è uguale, o maggiore, o
182
1898
alla domanda: Che cos'è la massa d'un
183
1898
massa d'un corpo? e tale definizione non mancherebbe
184
1898
massa" tra un corpo e un altro non sia
185
1898
vedere in qual senso, e per qual ragione, le
186
1898
prima non l'aveva, e a costruire quindi delle
187
1898
suscettibili di provocare esperienze e di condurre a nuove
188
1898
degli oggetti in questione, e a porre in chiaro
189
1898
completamente raggiunto, il parlare e il ragionare come se
190
1898
loro carattere puramente verbale e formale, hanno fornito occasione
191
1898
formale, hanno fornito occasione e incentivo a sostanziali progressi
192
1898
osservi di quanta importanza è stata per i progressi
193
1898
i tentativi di analizzare e decomporre nei suoi elementi
194
1898
esatta o più opportuna. ¶ E in tal modo, per
195
1898
sul concetto di "sostanza" e di "realtà"7 furono qualificate
196
1898
l'esistenza della materia e la realtà del mondo
197
1898
determinate sensazioni. ¶ Si obbiettava e si obbietta ancora da
198
1898
questa opinione che essa è incompatibile colla credenza comune
199
1898
cosa "fuori di noi" e che, adottandola, si verrebbe
200
1898
ogni distinzione tra apparenza e realtà, tra sensazione e
201
1898
e realtà, tra sensazione e allucinazione; mentre al contrario
202
1898
consista effettivamente tale distinzione, e di determinare quali sono
203
1898
quali essa si fonda e che ne costituiscono l
204
1898
costituiscono l'importanza teorica e pratica. ¶ Lungi dal togliere
205
1898
dire quando le pronunciamo e ci rende meno soggetti
206
1898
il concetto di "causa", e contro la sua affermazione
207
1898
circostanze la cui presenza è necessaria e sufficiente perché
208
1898
cui presenza è necessaria e sufficiente perché il fenomeno
209
1898
fosse diversa dall'altra, e come se "scoprire le
210
1898
si trova costantemente preceduto, e la cui presenza è
211
1898
e la cui presenza è sufficiente affinché esso si
212
1898
oggetto della meccanica non è quello di spiegare, ma
213
1898
un contrasto tra descrizione e spiegazione, senza por mente
214
1898
che lo spiegare non è in fondo che uno
215
1898
di processi di comparazione e, dall'altra, di argomentazioni
216
1898
in una stessa categoria, e a poter considerare come
217
1898
appariscono come affatto diversi e non aventi tra loro
218
1898
legame. Ora non v'è si può dire altra
219
1898
sia spinto così innanzi e applicato in modo così
220
1898
essa studiati, non solo è un voler usare la
221
1898
scienza, ma (ciò che è ancora peggio) è un
222
1898
che è ancora peggio) è un usarla in modo
223
1898
a teorie soverchiamente pessimiste e scoraggianti sui limiti che
224
1898
non fa che allargare e rendere più estesa, per
225
1898
di contatto coll'ignoto e coll'inesplicabile, e le
226
1898
ignoto e coll'inesplicabile, e le nostre spiegazioni non
227
1898
altro. Quanto più vero, e anche più utile, sarebbe
228
1898
distinzione tra cose "spiegate" e cose "non spiegate" non
229
1898
di quelli dell'altra, e che fu l'osservazione
230
1898
dell'altra classe. ¶ Ora è evidente che tale circostanza
231
1898
fondamentale tra l'una e l'altra classe di
232
1898
quali si dà spiegazione e quelli per mezzo dei
233
1898
dei quali la spiegazione è data, precisamente come nei
234
1898
di comparazione non v'è alcuna differenza sostanziale tra
235
1898
cosa con un'altra e quello di paragonare l
236
1898
per mostrare la superficialità e anzi l'inanità di
237
1898
lor volta più misteriosi e inesplicabili di quelli alla
238
1898
raggiungibile o no, non è neppure un'esigenza alla
239
1898
la legittimità dei principi e delle ipotesi più generali
240
1898
di ciascuna scienza particolare, e la decisione finale delle
241
1898
negli Erasti che cos'è la filosofia, nel Politico
242
1898
nel Politico che cos'è un uomo di stato
243
1898
uomo di stato. ¶ Non è fuor di luogo notare
244
1898
letteratura d'ogni tempo e d'ogni paese, sia
245
1898
bisogna fare per trovarle, e che il frutto di
246
1898
ragioni che occorre scoprire e addurre per giustificarle.5 ¶ IV
247
1898
d'una data proprietà e le altre invece pelle
248
1898
fecondissima sorgente di ambiguità e di argomentazioni illusorie. ¶ Basta
249
1898
dare alla parola stessa e quello che, da noi
250
1898
quest'asse, sono eguali e di segno opposto", è
251
1898
e di segno opposto", è evidente che la sua
252
1898
dire "il tal punto è sollecitato da una forza
253
1898
da una forza costante" è lo stesso come dire
254
1898
rientrare una data asserzione, e gli inconvenienti che nascono
255
1898
di tempo in tempo, è tuttavia in ciascuna data
256
1898
data epoca sufficientemente preciso e determinato perché sia tolto
257
1898
una legge da spiegare. È quindi assai raro che
258
1898
scienze psicologiche o sociali (e più ancora nelle discussioni
259
1898
di parole senza accorgersene, e si scambino per ragionamenti
260
1898
anche nelle scienze fisiche e matematiche. Così, per esempio
261
1898
i principi dell'aritmetica e della geometria debbano considerarsi
262
1898
considerarsi come verità superiori e indipendenti da ogni esperienza
263
1898
indipendenti da ogni esperienza e godenti d'una certezza
264
1898
modo d'una natura e provenienza differente da quella
265
1898
verità a noi conosciute, è evidente tuttavia che essa
266
1898
evidente tuttavia che essa è da annoverarsi tra le
267
1898
ad alimentare tale pregiudizio e a impedire che si
268
1898
semplificazioni ideali delle forme e dei processi che l
269
1898
noi precisiamo dei concetti e limitiamo la sfera entro
270
1898
che in fondo non è che una questione di
271
1898
puramente verbali o illusorie, è necessario o supporre tacitamente
272
1898
nei termini più espliciti e generali la distinzione sopra
273
1898
guardia contro le confusioni e i sofismi, che possono
274
1898
essa esista per definizione (τὸ δ᾽εἶναι οὐκ οὐςία οὐδενί), e la storia della filosofia
275
1898
storia della filosofia scolastica è là per mostrarci quanto
276
1898
speciale carattere di evidenza e di certezza, col farli
277
1898
tale proprietà perché essa è una sua proprietà "essenziale
278
1898
di essere quello che è (cioè quello che dovrebbe
279
1898
se a lui veramente è applicabile il nome con
280
1898
metodo di argomentare ci è fornito dalla celebre dimostrazione
281
1898
da Anselmo di Canterbery e adottata con qualche leggera
282
1898
da Cartesio, dimostrazione che è nota agli studiosi di
283
1898
di "prova ontologica". ¶ Non è del resto necessario andare
284
1898
il Taine, il Wundt. ¶ È difficile infatti riferire ad
285
1898
la legge d'inerzia e la legge della conservazione
286
1898
forza" un tale concetto è necessario essere già prima
287
1898
che esso ha attualmente, e non questo nuovo significato
288
1898
di quelle cognizioni. ¶ Ed è solo per chi possieda
289
1898
suscettibili di essere enumerati e designati a parte, e
290
1898
e designati a parte, e il cui insieme costituisce
291
1898
a cui il nome è applicabile, essi sono tuttavia
292
1898
si applica l'altro e solo ad essi, abbiano
293
1898
stessa sfera d'applicazione. ¶ È evidente tuttavia che, quanto
294
1898
caratteri il cui possesso è richiesto perché a un
295
1898
quali un dato nome è applicabile, tanto meno sarà
296
1898
altri o, ciò che è lo stesso, che certi
297
1898
a presentarsi costantemente insieme e a coesistere o a
298
1898
si giunge alla cognizione e all'accertamento di queste
299
1898
di queste proposizioni non è qui il caso di
300
1898
il caso di trattenerci. È invece opportuno pel presente
301
1898
sussiste tra queste proposizioni e quelle invece colle quali
302
1898
in un dato senso e il nostro desiderio di
303
1898
nostro punto di vista, è questo, che nel linguaggio
304
1898
infatti indichiamo con A e B due nomi generali
305
1898
cominciarono a esser formulate e riconosciute come differenti dalle
306
1898
linguaggio era già formata; e dall'altra parte, nella
307
1898
la distinzione tra esse e le proposizioni generali propriamente
308
1898
speciali funzioni delle une e delle altre, e soprattutto
309
1898
une e delle altre, e soprattutto per far riguardare
310
1898
d'indipendente dal costume e dalla tradizione e come
311
1898
costume e dalla tradizione e come una questione di
312
1898
storia del pensiero umano è il fatto che in
313
1898
metodici diretti ad analizzare e precisare il significato dei
314
1898
riferiscono alle azioni umane e ai rapporti sociali e
315
1898
e ai rapporti sociali e politici e che servono
316
1898
rapporti sociali e politici e che servono di base
317
1898
principi relativi alla condotta. ¶ È a Socrate che viene
318
1898
merito di avere riconosciuta e proclamata l'importanza pratica
319
1898
indagini di questo genere, e di avere trovato un
320
1898
per quanto comunemente ripetute e da tutti accettate per
321
1898
tutti accettate per vere e incontrovertibili, erano in fondo
322
1898
senso determinato o determinabile, e, non essendo atte a
323
1898
distruttiva del metodo socratico, e nella quale l'interlocutore
324
1898
con un significato unico e determinato, corrispondente cioè effettivamente
325
1898
cui esso si applicasse, e solo ad essi. Tali
326
1898
finalmente la definizione cercata. ¶ È questo, nei suoi tratti
327
1898
generali, il processo rappresentato e ornato della più splendida
328
1898
quali il filo conduttore è costituito appunto dal proposito
329
1898
per esempio, nel Fedro e nel Gorgia si tratta
330
1898
di definire che cos'è la retorica, nel Menone
331
1898
nel Menone che cos'è la virtù, nella Repubblica
332
1898
nella Repubblica che cos'è la giustizia, nel Liside
333
1898
nel Liside che cos'è l'amicizia, nel Lachete
334
1898
nel Lachete che cos'è il coraggio, nel Carmide
335
1898
nel Carmide che cos'è il dominio di sé
336
1898
nel Convito che cos'è l'amore, negli Erasti
337
1898
d'una data opinione e quelle che si riferiscono
338
1898
si sono andate svolgendo, e dei vari significati che
339
1898
rende tanto più singolare e bisognevole di spiegazione il
340
1898
da considerarsi come oziose e futili di fronte alle
341
1898
alle "questioni di fatto", e il tempo e gli
342
1898
fatto", e il tempo e gli sforzi ad esse
343
1898
delle conoscenze. ¶ Anzitutto non è raro il caso di
344
1898
il caso di importanti e decisivi progressi scientifici che
345
1898
stati frequentissimi gli errori, e i ritardi all'acquisto
346
1898
date circostanze, certe utili e indispensabili "questioni di parole
347
1898
non poterono esser discusse, e certe nozioni confuse ed
348
1898
furono sottoposte all'analisi e alla critica per soverchio
349
1898
meccanismo intimo del linguaggio e sul suo modo di
350
1898
di trasmissione delle idee e delle conoscenze, ma anche
351
1898
istituire una corretta diagnosi e caratterizzazione delle illusioni e
352
1898
e caratterizzazione delle illusioni e dei sofismi a cui
353
1898
sue possono dar luogo, e per suggerirci i mezzi
354
1898
ad attenuarne gli effetti e a premunirci contro la
355
1898
le cause d'errore e d'oscurità, che non
356
1898
indussero i nostri predecessori è troppo naturale, ma non
357
1898
troppo naturale, ma non è certamente una ragione sufficiente
358
1898
stesso genere, dei quali è pur naturale che noi
359
1898
che talvolta hanno ritardato, e tal altra volta accelerato
360
1898
questioni la cui trattazione è atta ad esporre maggiormente
361
1898
nel nostro secolo non è mancato neppur l'onore
362
1898
punto di vista pratico, è soggetta a gravi obbiezioni
363
1898
sopra una distinzione netta, e stabilita una volta per
364
1898
oggetto di ricerca scientifica e le altre alle quali
365
1898
questione non facilmente risolubile, e meno ancora poi tale
366
1898
irresolubili. ¶ A queste obbiezioni, e ad altre della stessa
367
1898
da quelle sulle quali è vano illudersi di poter
368
1898
conclusioni attendibili. ¶ Ora non è sfuggito all'attenzione delle
369
1898
si riferiscono alla struttura e allo sviluppo del linguaggio
370
1898
allo sviluppo del linguaggio e alla natura delle funzioni
371
1898
funzioni che esso adempie. È solo da esse infatti
372
1898
grado di giudicare quali e quante delle questioni che
373
1898
alcun senso determinato assegnabile. ¶ È da notare che in
374
1898
che in tali casi, e specialmente in quest'ultimo
375
1898
fatto che non v'è alcuna questione da risolvere
376
1898
l'indagine scientifica non è applicabile viene a trovarsi
377
1898
di cui intendo parlare, e dall'altro la stretta
378
1898
che passa tra esso e gli studi sulla storia
379
1898
scientifico dal linguaggio ordinario, e in generale i linguaggi
380
1898
un'idea ben chiara e distinta anche solo esaminando
381
1898
stesso linguaggio un bambino e un uomo adulto, un
382
1898
d'una data materia e un uomo in essa
383
1898
rassomiglianza tra tale oggetto e gli altri ai quali
384
1898
gli altri ai quali è già abituato ad applicare
385
1898
principali tipi di sofismi e di ragionamenti illegittimi che
386
1898
moderno di questo genere è il Budget of Paradoxes