parole scritte
interroga:  scripta  ·  bsu  ·  civita

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Alessandro Baricco, Castelli di rabbia, 1991

concordanze di «mondo»

nautoretestoannoconcordanza
1
1991
cosa più normale del mondo. Jun non gli chiese
2
1991
chissà quale parte del mondo, chiuso nella mente, sigillato
3
1991
e là per il mondo. Quel che più conta
4
1991
da qualche parte del mondo aveva stretto tra le
5
1991
dall’altra parte del mondo a scopare una donna
6
1991
scuole di canto del mondo... te lo immagini?... “l
7
1991
ma se solo il mondo fosse un sospiro più
8
1991
tanto, in questo dannatissimo mondo, qualcuno che cerca qualcosa
9
1991
all’altro capo del mondo”. In verità, mi creda
10
1991
alla vigilia di un mondo interamente collegato da reti
11
1991
vera patria è il mondo, e gli unici veri
12
1991
appunto, tali): guardava il mondo, vedeva una sterminata quantità
13
1991
n’è troppo, di mondo” pensava. E cercava una
14
1991
e sentì che il mondo gli faceva molto meno
15
1991
dimostrò limpidamente neutrale. Il mondo vi era ritratto in
16
1991
cuore, quando finirà il mondo. Cose così. ¶ – Pehnt è
17
1991
in giro per il mondo il signor Rail, scompariva
18
1991
scoppiata dentro, a quel mondo, come un urlo represso
19
1991
curiosità – cosa sarà il mondo, visto da lassù? E
20
1991
i cocci di un mondo fatto a pezzi, perennemente
21
1991
rischio della vita, il mondo tutto offriva di sé
22
1991
perversa rotazione di quel mondo che li martellava di
23
1991
nella forma di quel mondo che strisciava di là
24
1991
eternamente cangiante multiformità del mondo intorno e l’impietrito
25
1991
incontrollabile strisciare via del mondo. Non si leggerebbe, nulla
26
1991
sguardo dal bruciore del mondo – le parole che a
27
1991
stringono il fragore del mondo in un imbuto opaco
28
1991
avanti e indietro il mondo come ferite fumanti si
29
1991
aperte sul dentro del mondo, seminate su un proiettile
30
1991
lo sfavillante spettacolo del mondo di fuori. Il dentro
31
1991
fuori. Il dentro del mondo e il mondo di
32
1991
del mondo e il mondo di fuori. Il dentro
33
1991
fuori. Il dentro del mondo e il mondo di
34
1991
del mondo e il mondo di fuori. Il dentro
35
1991
fuori. Il dentro del mondo e il mondo di
36
1991
del mondo e il mondo di fuori. Il dentro
37
1991
fuori. Il dentro del mondo e il mondo di
38
1991
del mondo e il mondo di fuori. Alla fine
39
1991
sceglie il dentro del mondo, mentre tutt’intorno ti
40
1991
rischiare a vederlo, questo mondo di fuori, cosa sarà
41
1991
la nazione e il mondo tutto accettassero la rivoluzione
42
1991
assoluto nella storia del mondo a suonare una musica
43
1991
aria e da quel mondo che non la smetteva
44
1991
decise di fermare il mondo per un po’, insomma
45
1991
che si sfasciasse il mondo a stringerlo così, con
46
1991
sopra e vede il mondo come non l’ha
47
1991
ora in mezzo al mondo e non di arrivare
48
1991
io a raccontarlo al mondo, ma questo non cambierà
49
1991
gli succedeva quando il mondo si esibiva in sinfonie
50
1991
figli e conoscerà il mondo... credo che ce la
51
1991
treni si vede il mondo come se si muovesse
52
1991
po’ come se il mondo vi girasse attorno vorticosamente
53
1991
e guardate... ecco, il mondo lo si vede così
54
1991
Vibrava, Elisabeth, come il mondo prima di un temporale
55
1991
tutte le grida del mondo, e gli applausi e
56
1991
esistevano più. Andava, il mondo, e lui, rubato da
57
1991
occhi, lui tornava al mondo e lentamente girava lo
58
1991
risaliva sul carro del mondo, con tutti gli altri
59
1991
risultato era che, del mondo, Mormy aveva una percezione
60
1991
alzi e tutto il mondo è ghiacciato, e tutti
61
1991
tutti gli alberi del mondo ghiacciati, e tutti i
62
1991
tutti gli alberi del mondo ghiacciati. ¶ Milioni di aghi
63
1991
Nevicò. Su tutto il mondo e su Pekisch. Un
64
1991
più grande pesce del mondo (però se lo sono
65
1991
più piccola carezza del mondo. Poi si abbassò improvvisamente
66
1991
turchese, adesso tutto il mondo li vuole così, qualche
67
1991
ho capito, che il mondo è pieno di gente
68
1991
idea molto precisa: il mondo sarebbe risultato senz’altro
69
1991
Horeau, che vide il mondo ondulare impercettibilmente. Si fermò
70
1991
lo rendeva ridicolo al mondo e a se stesso
71
1991
ricominciare a sentire il mondo ondeggiare e fiutare quel
72
1991
l’ottava meraviglia del mondo”, “Costerà un patrimonio”, e
73
1991
tutte le parti del mondo, pezzi di navi, invenzioni
74
1991
nessun’altra parte, nel mondo intero. ¶ Horeau si chinò
75
1991
altro. E se il mondo non comincerà ad oscillarmi
76
1991
io metto pezzi di mondo sotto vetro perché quello
77
1991
ti manda all’altro mondo... il destino fa fuoco
78
1991
tutte le musiche del mondo e le aggiustava per
79
1991
dov’è sparito il mondo? – cosa mai sta succedendo
80
1991
c’è duello, al mondo, più bello? / è come
81
1991
avvicina immagina. Tutto un mondo fatto di vetro. Sarebbe
82
1991
riuscito a mettere al mondo un bambino, cosa che
83
1991
cosa sia successa nel mondo quel giorno. Mi piace
84
1991
addormentarmi. ¶ Ognuno ha il mondo che si merita. Io
85
1991
in giro per il mondo, insomma, tutti quei pezzi
86
1991
sul fondale erboso del mondo. Come pesci, ogni tanto
87
1991
fatto il giro del mondo e alla fine è
88
1991
realtà solo lui, al mondo, poteva riuscire ad accordare
89
1991
tutto l’oro del mondo no, non verrò. Quando
90
1991
inventavamo. Era il nostro mondo, insomma. Da sempre. Uscito
91
1991
se odiasse tutto il mondo. Però era una faccia