parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Dante Alighieri, Divina Commedia, 1321

concordanze di «nel»

nautoretestoannoconcordanza
1
1321
quale si chiama Inferno, nel qual l'auttore fa
2
1321
a tutta l'opera.] ¶ Nel mezzo del cammin di
3
1321
aspra e forte ¶ che nel pensier rinova la paura
4
1321
un poco queta, ¶ che nel lago del cor m
5
1321
fioco. ¶ Quando vidi costui nel gran diserto, ¶ «Miserere di
6
1321
sotto 'l buono Augusto ¶ nel tempo de li dèi
7
1321
color che son contenti ¶ nel foco, perché speran di
8
1321
con lei ti lascerò nel mio partire; ¶ ché quello
9
1321
la 'mpresa ¶ che fu nel cominciar cotanto tosta. ¶ «S
10
1321
quel ch'io 'ntesi ¶ nel primo punto che di
11
1321
cui la fama ancor nel mondo dura, ¶ e durerà
12
1321
piaggia è impedito ¶ sì nel cammin, che vòlt' è
13
1321
i' ho di lui nel cielo udito. ¶ Or movi
14
1321
assale. ¶ Donna è gentil nel ciel che si compiange
15
1321
restai, ¶ perché tanta viltà nel core allette, ¶ perché ardire
16
1321
ch'i' son tornato nel primo proposto. ¶ Or va
17
1321
CANTO III ¶ [Canto terzo, nel quale tratta de la
18
1321
gent' è che par nel duol sì vinta?». ¶ Ed
19
1321
CANTO IV ¶ [Canto quarto, nel quale mostra del primo
20
1321
Or discendiam qua giù nel cieco mondo», ¶ cominciò il
21
1321
che son qua giù, nel viso mi dipigne ¶ quella
22
1321
così mi fé intrare ¶ nel primo cerchio che l
23
1321
ciascun meco si convene ¶ nel nome che sonò la
24
1321
CANTO V ¶ [Canto quinto, nel quale mostra del secondo
25
1321
del cerchio primaio ¶ giù nel secondo, che men loco
26
1321
ne portan l'ali ¶ nel freddo tempo, a schiera
27
1321
CANTO VI ¶ [Canto sesto, nel quale mostra del terzo
28
1321
Ma quando tu sarai nel dolce mondo, ¶ priegoti ch
29
1321
che s'aggira. ¶ Fitti nel limo dicon: "Tristi fummo
30
1321
l duca e io nel legno fui, ¶ segando se
31
1321
se io mi sconfortai ¶ nel suon de le parole
32
1321
i' non ti lascerò nel mondo basso». ¶ Così sen
33
1321
che sì e no nel capo mi tenciona. ¶ Udir
34
1321
porte que' nostri avversari ¶ nel petto al mio segnor
35
1321
la qual si è nel sesto cerchio de l
36
1321
è Aletto; ¶ Tesifón è nel mezzo»; e tacque a
37
1321
già il mio viso nel suo fitto; ¶ ed el
38
1321
E se tu mai nel dolce mondo regge, ¶ dimmi
39
1321
tal orazion fa far nel nostro tempio». ¶ Poi ch
40
1321
tempo seco adduce, ¶ e nel presente tenete altro modo
41
1321
CANTO XI ¶ [Canto undecimo, nel quale tratta de' tre
42
1321
forza e ferute dogliose ¶ nel prossimo si danno, e
43
1321
prossimo si danno, e nel suo avere ¶ ruine, incendi
44
1321
suoi beni; e però nel secondo ¶ giron convien che
45
1321
che fa natura; ¶ onde nel cerchio secondo s'annida
46
1321
spezïal si cria; ¶ onde nel cerchio minore, ov' è
47
1321
ove tratta del discendimento nel settimo cerchio d'inferno
48
1321
è quella ruina che nel fianco ¶ di qua da
49
1321
d'Atene, ¶ che sù nel mondo la morte ti
50
1321
i' discesi qua giù nel basso inferno, ¶ questa roccia
51
1321
di saette, ¶ come solien nel mondo andare a caccia
52
1321
son tiranni ¶ che dier nel sangue e ne l
53
1321
spento dal figliastro sù nel mondo». ¶ Allor mi volsi
54
1321
secondo girone ch'è nel settimo circulo, dove punisce
55
1321
entre, ¶ sappi che se' nel secondo girone», ¶ mi cominciò
56
1321
ammenda tua fama rinfreschi ¶ nel mondo sù, dove tornar
57
1321
se di voi alcun nel mondo riede, ¶ conforti la
58
1321
de la città che nel Batista ¶ mutò 'l primo
59
1321
del terzo girone, contento nel settimo circulo; e quivi
60
1321
dolce fico. ¶ Vecchia fama nel mondo li chiama orbi
61
1321
paterna ¶ di voi quando nel mondo ad ora ad
62
1321
raccomandato il mio Tesoro, ¶ nel qual io vivo ancora
63
1321
Aldobrandi, la cui voce ¶ nel mondo sù dovria esser
64
1321
che si divalli giù nel basso letto, ¶ e a
65
1321
scoglio o altro che nel mare è chiuso, ¶ che
66
1321
CANTO XVII ¶ [Canto XVII, nel quale si tratta del
67
1321
si tratta del discendimento nel luogo detto Malebolge, che
68
1321
di quelli che sono nel settimo circulo; e quivi
69
1321
e 'l sabbion serra. ¶ Nel vano tutta sua coda
70
1321
da tafani. ¶ Poi che nel viso a certi li
71
1321
che dintorno il volge. ¶ Nel dritto mezzo del campo
72
1321
prima bolgia era repleta. ¶ Nel fondo erano ignudi i
73
1321
venimmo; e quindi giù nel fosso ¶ vidi gente attuffata
74
1321
CANTO XIX ¶ [Canto XIX, nel quale sgrida contra li
75
1321
cielo, in terra e nel mal mondo, ¶ e quanto
76
1321
che que' che son nel mio bel San Giovanni
77
1321
mano stanca ¶ là giù nel fondo foracchiato e arto
78
1321
de l'acqua che nel detto laco stagna. ¶ Loco
79
1321
laco stagna. ¶ Loco è nel mezzo là dove 'l
80
1321
vergine cruda ¶ vide terra, nel mezzo del pantano, ¶ sanza
81
1321
coloro che commisero baratteria, nel quale vizio abbomina li
82
1321
si nuota altrimenti che nel Serchio! ¶ Però, se tu
83
1321
destro? ¶ Lascian' andar, ché nel cielo è voluto ¶ ch
84
1321
CANTO XXII ¶ [Canto XXII, nel quale abomina quelli di
85
1321
lui, e amendue ¶ cadder nel mezzo del bogliente stagno
86
1321
CANTO XXIII ¶ [Canto XXIII, nel quale tratta de la
87
1321
lenti passi, ¶ piangendo e nel sembiante stanca e vinta
88
1321
giace in costa e nel fondo soperchia». ¶ Lo duca
89
1321
un poco d'ira nel sembiante; ¶ ond' io da
90
1321
CANTO XXIV ¶ [Canto XXIV, nel quale tratta de le
91
1321
materia che detta è nel capitolo dinanzi a questo
92
1321
CANTO XXVI ¶ [Canto XXVI, nel quale si tratta de
93
1321
al poggio si riposa, ¶ nel tempo che colui che
94
1321
assai o poco ¶ quando nel mondo li alti versi
95
1321
infin la Spagna, ¶ fin nel Morrocco, e l'isola
96
1321
e volta nostra poppa nel mattino, ¶ de' remi facemmo
97
1321
né forame ¶ dal principio nel foco, in suo linguaggio
98
1321
se 'l nome tuo nel mondo tegna fronte». ¶ Poscia
99
1321
CANTO XXVIII ¶ [Canto XXVIII, nel quale tratta le qualitadi
100
1321
va piangendo Alì, ¶ fesso nel volto dal mento al
101
1321
l'udiro, ¶ s'arrestaron nel fosso a riguardarmi ¶ per
102
1321
memoria non s'imboli ¶ nel primo mondo da l
103
1321
per l'alchìmia che nel mondo usai ¶ dannò Minòs
104
1321
medesima materia e gente.] ¶ Nel tempo che Iunone era
105
1321
non so io perché, nel mondo gramo», ¶ diss' elli
106
1321
l male ond' io nel volto mi discarno. ¶ La
107
1321
lungi, ¶ avvien che poi nel maginare abborri. ¶ Tu vedrai
108
1321
ma giganti, ¶ e son nel pozzo intorno da la
109
1321
coto ¶ pur un linguaggio nel mondo non s'usa
110
1321
disciolto, ¶ che ne porrà nel fondo d'ogne reo
111
1321
che più feroce par nel volto». ¶ Non fu tremoto
112
1321
grifo. ¶ Ancor ti può nel mondo render fama, ¶ ch
113
1321
CANTO XXXII ¶ [Canto XXXII, nel quale tratta de' traditori
114
1321
loro patria, che sono nel pozzo de l'inferno
115
1321
creata plebe ¶ che stai nel loco onde parlare è
116
1321
Come noi fummo giù nel pozzo scuro ¶ sotto i
117
1321
forte percossi 'l piè nel viso ad una. ¶ Piangendo
118
1321
e la sua pecca, ¶ nel mondo suso ancora io
119
1321
torre; ond' io guardai ¶ nel viso a' mie' figliuoi
120
1321
che l'altro sol nel mondo uscìo. ¶ Come un
121
1321
raggio si fu messo ¶ nel doloroso carcere, e io
122
1321
l mio corpo stea ¶ nel mondo sù, nulla scïenza
123
1321
dorme e veste panni». ¶ «Nel fosso sù», diss' el
124
1321
diavolo in sua vece ¶ nel corpo suo, ed un
125
1321
Dante Alleghieri di Fiorenza, nel qual canto tratta di
126
1321
ascoso ¶ intrammo a ritornar nel chiaro mondo; ¶ e sanza
127
1321
zaffiro, ¶ che s'accoglieva nel sereno aspetto ¶ del mezzo
128
1321
CANTO II ¶ [Canto secondo, nel quale tratta de la
129
1321
cioè dilettazione di vanitade, nel quale peccato inviluppati sono
130
1321
vapor Marte rosseggia ¶ giù nel ponente sovra 'l suol
131
1321
com' io t'amai ¶ nel mortal corpo, così t
132
1321
CANTO III ¶ [Canto III, nel quale si tratta de
133
1321
vista e la parola; ¶ nel nome di Maria fini
134
1321
altera e disdegnosa ¶ e nel mover de li occhi
135
1321
segnato de la stampa, ¶ nel suo aspetto, di quel
136
1321
mena in alto ¶ truovi nel tuo arbitrio tanta cera
137
1321
si ricorca ¶ sette volte nel letto che 'l Montone
138
1321
CANTO IX ¶ [Canto IX, nel quale pone l'auttore
139
1321
sale, ¶ fatti avea due nel loco ov' eravamo, ¶ e
140
1321
veder sospesa ¶ un'aguglia nel ciel con penne d
141
1321
aprisse, ¶ ma tre volte nel petto pria mi diedi
142
1321
disposta. ¶ Era intagliato lì nel marmo stesso ¶ lo carro
143
1321
non so che, sì nel veder vaneggio». ¶ Ed elli
144
1321
CANTO XI ¶ [Canto XI, nel quale si tratta del
145
1321
ha ella tratti seco nel malanno. ¶ E qui convien
146
1321
più glorïoso», disse, ¶ «liberamente nel Campo di Siena, ¶ ogne
147
1321
ma pien di spavento ¶ nel porta un carro, sanza
148
1321
che son rimasi ¶ ancor nel volto tuo presso che
149
1321
O anima che fitta ¶ nel corpo ancora inver' lo
150
1321
ch'io mi deduca ¶ nel fare a te ciò
151
1321
nato di parole dette nel precedente canto da Guido
152
1321
la mostri altrui; ¶ ché nel cielo uno, e un
153
1321
sé due reggimenti, ¶ cade nel fango, e sé brutta
154
1321
in pria, che già nel corcar era. ¶ Sì, pareggiando
155
1321
porge? ¶ Moveti lume che nel ciel s'informa, ¶ per
156
1321
d'ala ¶ e ventarmi nel viso e dir: 'Beati
157
1321
io udissi ¶ alcuna cosa nel novo girone; ¶ poi mi
158
1321
offensione ¶ si purga qui nel giro dove semo? ¶ Se
159
1321
Mentre ch'elli è nel primo ben diretto, ¶ e
160
1321
che non dee corre nel bene, ¶ contra 'l fattore
161
1321
confusamente un bene apprende ¶ nel qual si queti l
162
1321
veder s'avviva ¶ sì nel tuo lume, ch'io
163
1321
si prende. ¶ Com' io nel quinto giro fui dischiuso
164
1321
fu; per ch'io ¶ nel parlare avvisai l'altro
165
1321
fine cupa! ¶ O ciel, nel cui girar par che
166
1321
a noi chiamar così nel pianto ¶ come fa donna
167
1321
intrar lo fiordaliso, ¶ e nel vicario suo Cristo esser
168
1321
ma sanza decreto ¶ portar nel Tempio le cupide vele
169
1321
dolce l'ira tua nel tuo secreto? ¶ Ciò ch
170
1321
si conface. ¶ Poi cominciò: «Nel beato concilio ¶ ti ponga
171
1321
parole tue mi cappia». ¶ «Nel tempo che 'l buon
172
1321
che tra noi discese ¶ nel limbo de lo 'nferno
173
1321
più ch'altri mai, ¶ nel primo cinghio del carcere
174
1321
che nodriro il Batista nel diserto; ¶ per ch'elli
175
1321
perdé Ierusalemme, ¶ quando Maria nel figlio diè di becco
176
1321
anella sanza gemme: ¶ chi nel viso de li uomini
177
1321
Forese, da quel dì ¶ nel qual mutasti mondo a
178
1321
futuro m'è già nel cospetto, ¶ cui non sarà
179
1321
quest' ora molto antica, ¶ nel qual sarà in pergamo
180
1321
CANTO XXIV ¶ [Canto XXIV nel quale si tratta del
181
1321
con questo antivedere: ¶ se nel mio mormorar prendesti errore
182
1321
l'amor del gusto ¶ nel petto lor troppo disir
183
1321
di mensa leve, ¶ prende nel core a tutte membra
184
1321
poco». ¶ 'Summae Deus clementïae' nel seno ¶ al grande ardore
185
1321
cagion per che dimostri ¶ nel dire e nel guardar
186
1321
dimostri ¶ nel dire e nel guardar d'avermi caro
187
1321
l'andare al chiostro ¶ nel quale è Cristo abate
188
1321
dolor!». ¶ Poi s'ascose nel foco che li affina
189
1321
del monte ed entraro nel Paradiso Terrestre chiamato paradiso
190
1321
l'orïente ¶ prima raggiò nel monte Citerea, ¶ che di
191
1321
Letè, il quale trovò nel detto Paradiso, ove molto
192
1321
e qual era ¶ Proserpina nel tempo che perdette ¶ la
193
1321
più e più splendeva, ¶ nel mio pensier dicea: 'Che
194
1321
alberi d'oro ¶ falsava nel parere il lungo tratto
195
1321
sereno ¶ di mezza notte nel suo mezzo mese. ¶ Io
196
1321
plenis!'. ¶ Io vidi già nel cominciar del giorno ¶ la
197
1321
occhi mi cadder giù nel chiaro fonte; ¶ ma veggendomi
198
1321
dovea poi trarre te nel suo disio? ¶ Ben ti
199
1321
qual mi torse ¶ più nel suo amor, più mi
200
1321
tiemmi!». ¶ Tratto m'avea nel fiume infin la gola
201
1321
siam qui ninfe e nel ciel siamo stelle; ¶ pria
202
1321
li occhi suoi; ma nel giocondo ¶ lume ch'è
203
1321
e perpetüe nozze fa nel cielo, ¶ Pietro e Giovanni
204
1321
e de la ingiuria nel predetto carro del grifone
205
1321
e d'ogne sbarro, ¶ nel quale un cinquecento diece
206
1321
nove parti. Canto primo, nel cui principio l'auttore
207
1321
l'auttore una questione; nel quale canto l'auttore
208
1321
più e meno altrove. ¶ Nel ciel che più de
209
1321
l'aringo rimaso. ¶ Entra nel petto mio, e spira
210
1321
del beato regno ¶ segnata nel mio capo io manifesti
211
1321
vidi rivolta e riguardar nel sole: ¶ aguglia sì non
212
1321
di là sù rimote. ¶ Nel suo aspetto tal dentro
213
1321
qual si fé Glauco nel gustar de l'erba
214
1321
l ciel sempre quïeto ¶ nel qual si volge quel
215
1321
Certo assai vedrai sommerso ¶ nel falso il creder tuo
216
1321
lumi, li quali e nel quale e nel quanto
217
1321
e nel quale e nel quanto ¶ notar si posson
218
1321
un corpo, così questo ¶ nel suo volume cangerebbe carte
219
1321
tutti ripercosso. ¶ Ben che nel quanto tanto non si
220
1321
vivace, ¶ che ti tremolerà nel suo aspetto. ¶ Dentro dal
221
1321
corpo ch'ella avviva, ¶ nel qual, sì come vita
222
1321
CANTO III ¶ [Canto terzo, nel quale si tratta di
223
1321
e ritorsili avanti ¶ dritti nel lume de la dolce
224
1321
sua corte. ¶ I' fui nel mondo vergine sorella; ¶ e
225
1321
che solo infiammati ¶ son nel piacer de lo Spirito
226
1321
arder parea d'amor nel primo foco: ¶ «Frate, la
227
1321
a la cui norma ¶ nel vostro mondo giù si
228
1321
giovinetta ¶ fuggi'mi, e nel suo abito mi chiusi
229
1321
converse; ¶ ma quella folgorò nel mïo sguardo ¶ sì che
230
1321
disir dipinto ¶ m'era nel viso, e 'l dimandar
231
1321
son le question che nel tuo velle ¶ pontano igualmente
232
1321
queste fero ¶ possendo rifuggir nel santo loco. ¶ Se fosse
233
1321
CANTO V ¶ [Canto V, nel quale solve una questione
234
1321
solve una questione premessa nel precedente canto e ammaestra
235
1321
a Dio; ed entrasi nel cielo di Mercurio, e
236
1321
S'io ti fiammeggio nel caldo d'amore ¶ di
237
1321
che, come apprende, ¶ così nel bene appreso move il
238
1321
quando tu consenti; ¶ ché, nel fermar tra Dio e
239
1321
sorpresa ¶ come 'l quattro nel sei non è raccolta
240
1321
sì come saetta che nel segno ¶ percuote pria che
241
1321
corda queta, ¶ così corremmo nel secondo regno. ¶ Quivi la
242
1321
io sì lieta, ¶ come nel lume di quel ciel
243
1321
ombra piena di letizia ¶ nel folgór chiaro che di
244
1321
come tu t'annidi ¶ nel proprio lume, e che
245
1321
chiusa chiusa mi rispuose ¶ nel modo che 'l seguente
246
1321
VI ¶ [Canto VI, dove, nel cielo di Mercurio, Iustiniano
247
1321
Iuba; ¶ onde si volse nel vostro occidente, ¶ ove sentia
248
1321
poggin men vivi. ¶ Ma nel commensurar d'i nostri
249
1321
CANTO VII ¶ [Canto VII, nel quale Beatrice mostra come
250
1321
un riso ¶ tal, che nel foco faria l'uom
251
1321
natura, quando peccò tota ¶ nel seme suo, da queste
252
1321
e 'l paese sincero ¶ nel qual tu se', dir
253
1321
CANTO VIII ¶ [Canto VIII, nel quale si manifestano alcune
254
1321
il quale si mostroe nel circulo di Venere; e
255
1321
folle amore ¶ raggiasse, volta nel terzo epiciclo; ¶ per che
256
1321
CANTO IX ¶ [Canto IX, nel quale parla madonna Cunizza
257
1321
suo voler piacermi ¶ significava nel chiarir di fori. ¶ Li
258
1321
né Alcide ¶ quando Iole nel core ebbe rinchiusa. ¶ Non
259
1321
ordine congiunta, ¶ di lei nel sommo grado si sigilla
260
1321
CANTO X ¶ [Canto X, nel quale santo Tommaso d
261
1321
de' Frati Predicatori parla nel cielo del Sole; e
262
1321
la quarta parte.] ¶ Guardando nel suo Figlio con l
263
1321
fosse torta, ¶ molta virtù nel ciel sarebbe in vano
264
1321
di Sigieri, ¶ che, leggendo nel Vico de li Strami
265
1321
CANTO XI ¶ [Canto XI, nel quale il detto frate
266
1321
chi civil negozio, ¶ chi nel diletto de la carne
267
1321
mondo ¶ con quel consiglio nel quale ogne aspetto ¶ creato
268
1321
questi amanti ¶ prendi oramai nel mio parlar diffuso. ¶ La
269
1321
de l'italica erba, ¶ nel crudo sasso intra Tevero
270
1321
mercede ¶ ch'el meritò nel suo farsi pusillo, ¶ a
271
1321
CANTO XII ¶ [Canto XII, nel quale frate Bonaventura da
272
1321
la santa mola; ¶ e nel suo giro tutta non
273
1321
l'assenso diede, ¶ vide nel sonno il mirabile frutto
274
1321
primi scalzi poverelli ¶ che nel capestro a Dio si
275
1321
CANTO XIII ¶ [Canto XIII, nel quale san Tommaso d
276
1321
invita. ¶ Tu credi che nel petto onde la costa
277
1321
e 'l mio dire ¶ nel vero farsi come centro
278
1321
CANTO XIV ¶ [Canto XIV, nel quale Salamone solve alcuna
279
1321
cerchi mostrar nova gioia ¶ nel torneare e ne la
280
1321
saggi; ¶ sì costellati facean nel profondo ¶ Marte quei raggi
281
1321
movien lumi, scintillando forte ¶ nel congiugnersi insieme e nel
282
1321
nel congiugnersi insieme e nel trapasso: ¶ così si veggion
283
1321
CANTO XV ¶ [Canto XV, nel quale messere Cacciaguida fiorentino
284
1321
trino e uno, ¶ che nel mio seme se' tanto
285
1321
che, com' è vinto ¶ nel montar sù, così sarà
286
1321
montar sù, così sarà nel calo. ¶ Bellincion Berti vid
287
1321
nulla ¶ era per Francia nel letto diserta. ¶ L'una
288
1321
CANTO XVI ¶ [Canto XVI, nel quale il sopradetto messer
289
1321
non si torce, ¶ dico nel cielo, io me ne
290
1321
miei e io nacqui nel loco ¶ dove si truova
291
1321
Conti; ¶ sarieno i Cerchi nel piovier d'Acone, ¶ e
292
1321
onde è la fama nel tempo nascosa. ¶ Io vidi
293
1321
Ormanni e Alberichi, ¶ già nel calare, illustri cittadini; ¶ e
294
1321
Già era 'l Caponsacco nel mercato ¶ disceso giù da
295
1321
cosa incredibile e vera: ¶ nel picciol cerchio s'entrava
296
1321
CANTO XVII ¶ [Canto XVII, nel quale il predetto messer
297
1321
anime cura ¶ e discendendo nel mondo defunto, ¶ dette mi
298
1321
stende, ¶ tutta è dipinta nel cospetto etterno; ¶ necessità però
299
1321
voce tua sarà molesta ¶ nel primo gusto, vital nodrimento
300
1321
mostrate in queste rote, ¶ nel monte e ne la
301
1321
CANTO XVIII ¶ [Canto XVIII, nel quale si monta ne
302
1321
l'anima tolta, ¶ così nel fiammeggiar del folgór santo
303
1321
le move. ¶ Poi, come nel percuoter d'i ciocchi
304
1321
CANTO XIX ¶ [Canto XIX, nel quale li spiriti ch
305
1321
la bella image che nel dolce frui ¶ liete facevan
306
1321
e «mio», ¶ quand' era nel concetto e 'noi' e
307
1321
lo Spirito Santo ancor nel segno ¶ che fé i
308
1321
vedranno quel volume aperto ¶ nel qual si scrivon tutti
309
1321
CANTO XX ¶ [Canto XX, nel quale ancora suonano nel
310
1321
nel quale ancora suonano nel becco de l'Aquila
311
1321
e de' suoi duci ¶ nel benedetto rostro fu tacente
312
1321
ancora. ¶ Chi crederebbe giù nel mondo errante ¶ che Rifëo
313
1321
CANTO XXI ¶ [Canto XXI, nel quale si monta ne
314
1321
ogne lume ¶ che par nel ciel, quindi fosse diffuso
315
1321
vedëa il tacer mio ¶ nel veder di colui che
316
1321
pareggio. ¶ Ma quell' alma nel ciel che più si
317
1321
CANTO XXII ¶ [Canto XXII, nel quale si tratta di
318
1321
di quelli medesimi che nel precedente capitolo, qui sotto
319
1321
ed entra con Beatrice nel segno d'i Gemini
320
1321
t'ha mosso cotanto; ¶ nel qual, se 'nteso avessi
321
1321
tanto tratto e messo ¶ nel foco il dito, in
322
1321
lucente sustanza tanto chiara ¶ nel viso mio, che non
323
1321
palese. ¶ Indi rimaser lì nel mio cospetto, ¶ 'Regina celi
324
1321
che mise teco Roma nel buon filo, ¶ fede è
325
1321
e sì tonda, ¶ che nel suo conio nulla mi
326
1321
io avea detto: sì nel dir li piacqui! ¶ CANTO
327
1321
speranza, com' è scritto ¶ nel Sol che raggia tutto
328
1321
ma quei la distillò nel mio cor pria ¶ che
329
1321
ardente amore. ¶ Misesi lì nel canto e ne la
330
1321
Con le due stole nel beato chiostro ¶ son le
331
1321
saliro; ¶ e questo apporterai nel mondo vostro». ¶ A questa
332
1321
mischio ¶ che si facea nel suon del trino spiro
333
1321
presso di lei, e nel mondo felice! ¶ CANTO XXVI
334
1321
CANTO XXVI ¶ [Canto XXVI, nel quale l'auttore ne
335
1321
che flette la cima ¶ nel transito del vento, e
336
1321
perch' io la veggio nel verace speglio ¶ che fa
337
1321
va e altra vene. ¶ Nel monte che si leva
338
1321
comparte ¶ vice e officio, nel beato coro ¶ silenzio posto
339
1321
qua presso il lito ¶ nel qual si fece Europa
340
1321
Leda mi divelse, ¶ e nel ciel velocissimo m'impulse
341
1321
lieta, ¶ che Dio parea nel suo volto gioire: ¶ «La
342
1321
la pelle bianca nera ¶ nel primo aspetto de la
343
1321
CANTO XXVIII ¶ [Canto XXVIII, nel quale Beatrice distingue a
344
1321
angeli gloriosi che sono nel nono cielo e il
345
1321
in quel volume, ¶ quandunque nel suo giro ben s
346
1321
m'è proposto; ¶ ma nel mondo sensibile si puote
347
1321
sua veduta si profonda ¶ nel vero in che si
348
1321
tacque Bëatrice, riguardando ¶ fiso nel punto che m'avëa
349
1321
e quelle furon cima ¶ nel mondo in che puro
350
1321
tenne la parte ima; ¶ nel mezzo strinse potenza con
351
1321
come: sì che spenti ¶ nel tuo disïo già son
352
1321
quanto sangue costa ¶ seminarla nel mondo e quanto piace
353
1321
richiede. ¶ Ma tale uccel nel becchetto s'annida, ¶ che
354
1321
li odori, ¶ riprofondavan sé nel miro gurge, ¶ e s
355
1321
vedersi addorno, ¶ quando è nel verde e ne' fioretti
356
1321
legge natural nulla rileva. ¶ Nel giallo de la rosa
357
1321
balia. ¶ E fia prefetto nel foro divino ¶ allora tal
358
1321
sarà da Dio sofferto ¶ nel santo officio; ch'el
359
1321
la milizia santa ¶ che nel suo sangue Cristo fece
360
1321
suo laboro s'insapora, ¶ nel gran fior discendeva che
361
1321
termine arriva. ¶ Quando scendean nel fior, di banco in
362
1321
peregrin che si ricrea ¶ nel tempio del suo voto
363
1321
e se riguardi sù nel terzo giro ¶ dal sommo
364
1321
grado, tu la rivedrai ¶ nel trono che suoi merti
365
1321
sen sazia, ¶ ma dice nel pensier, fin che si
366
1321
così quella pacifica oriafiamma ¶ nel mezzo s'avvivava, e
367
1321
vide li occhi miei ¶ nel caldo suo caler fissi
368
1321
ausa, ¶ le menti tutte nel suo lieto aspetto ¶ creando
369
1321
gradi differenti, ¶ sol differendo nel primiero acume. ¶ Bastavasi ne
370
1321
lasciando il dolce loco ¶ nel qual tu siedi per
371
1321
terza cantica e ultima; nel quale canto santo Bernardo
372
1321
di farsi sua fattura. ¶ Nel ventre tuo si raccese
373
1321
etterno lume s'addrizzaro, ¶ nel qual non si dee
374
1321
e ancor mi distilla ¶ nel core il dolce che
375
1321
la veduta vi consunsi! ¶ Nel suo profondo vidi che
376
1321
un semplice sembiante ¶ fosse nel vivo lume ch'io