parole scritte
interroga:  scripta  ·  bsu  ·  civita

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Alberto Moravia, I racconti, 1952

concordanze di «quale»

nautoretestoannoconcordanza
1
1952
presso il telefono, dal quale doveva venire trappoco la
2
1952
che quel signore al quale ho telefonato," ella riprese
3
1952
sventura, ma non sapeva quale. "Hai dunque tanto bisogno
4
1952
del viale suburbano sul quale sorgeva la casina del
5
1952
schiaffeggiare il servitore col quale, per qualche suo futile
6
1952
al secondo piano, nel quale li aspettava una bottiglia
7
1952
gravità della situazione nella quale coi suoi compagni si
8
1952
atmosfera di umiliazione nella quale da otto mesi era
9
1952
rallegrato e compiaciuto, al quale, del resto, Girolamo si
10
1952
austriaco, infermiere patentato, col quale il Brambilla era in
11
1952
mancavano, per capire in quale miseria fosse ormai caduto
12
1952
di perdonargli non sapeva quale misfatto; ma il Brambilla
13
1952
e il disprezzo col quale le trattava. Ma, come
14
1952
il tipo ideale al quale con ogni sforzo egli
15
1952
ferire il ragazzo; il quale, però, sperimentando il suo
16
1952
stanza una profonda attrazione, quale nessun’altra persona aveva
17
1952
compagnia del commesso il quale, contro ogni previsione, non
18
1952
da un turbamento straordinario, quale non aveva mai provato
19
1952
di un decadimento nel quale sarebbe stato quasi voluttuoso
20
1952
voce dell’infermiere il quale, come il solito, si
21
1952
al ginocchio malato, il quale, dopo aver dato in
22
1952
della signorina Polly, la quale è arrivata stanotte; poi
23
1952
soprattutto col Brambilla al quale quella particolarità della peluria
24
1952
sua, e verso la quale, per certi suoi scrupoli
25
1952
di legno scolpito alla quale si appoggiava con negligenza
26
1952
di un’oscurità nella quale, senza accorgersene, s’era
27
1952
e di opacità dal quale da più mesi non
28
1952
camera da letto nella quale tutti gli oggetti parevano
29
1952
era la cura colla quale erano state aggiustate e
30
1952
di passiva attesa nel quale Lorenzo l’aveva trovata
31
1952
e indifferente disgusto col quale un suo gatto, ogni
32
1952
vuol più mangiare." "Ma quale bestia Renzo?" domandò la
33
1952
sulla mano con la quale, in un gesto languido
34
1952
avvicinarsi alla poltrona sulla quale aveva posato i suoi
35
1952
po’ bovina con la quale la donna faceva ogni
36
1952
letto nel mezzo del quale era rimasto l’incavo
37
1952
di questi vicoli il quale si intitolava alla Passione
38
1952
sapeva esclusa e nel quale avrebbe voluto entrare, le
39
1952
e sempre eguale col quale si manifestava. Così, senza
40
1952
il vicolo scuro sul quale si apriva la finestra
41
1952
senza sospetti con la quale un tempo, essendo entrambi
42
1952
boschetto di querce dal quale la villa traeva appunto
43
1952
fitto di insetti sul quale dominava la voce terribilmente
44
1952
e pallida con la quale faceva singolare contrasto il
45
1952
il gesto languido col quale girò il capo e
46
1952
pieno di mobili nel quale, di giorno, si riuniva
47
1952
allora verso Gemma. La quale, con una sua aria
48
1952
e rituale malumore col quale negli anni passati, appena
49
1952
abbracciare sua madre. La quale, incoraggiata da queste carezze
50
1952
temuto la risposta, domandò quale specie di rapporti Gemma
51
1952
del suo lavoro, del quale parlava continuamente con certe
52
1952
completo e naturale il quale, oltre che dall’ignoranza
53
1952
scala. In cima alla quale ella metteva quei giovani
54
1952
tovaglia: un filo sul quale le mosche si posavano
55
1952
sopra un altare, la quale non si cura delle
56
1952
di un libro al quale aveva lavorato per anni
57
1952
gravissimo, di fronte al quale scompariva tutto il suo
58
1952
supplicare la vedova. La quale un po’ lo lusingava
59
1952
poco meno che svenire. "Quale notizia?" domandò in un
60
1952
rifletteva sull’avvenire. Dal quale ora i suoi pensieri
61
1952
con il Vagnuzzi, il quale si difendeva come poteva
62
1952
tenero con Gemma. La quale, ora che erano fidanzati
63
1952
giuoco degli scacchi, del quale il Vagnuzzi era appassionato
64
1952
l’incauto sarcasmo al quale, ogni tanto, con facezie
65
1952
esclusione dal mondo al quale le sembrava di appartenere
66
1952
uomo molto ricco. Il quale possedeva a Roma un
67
1952
certezza assoluta con la quale ella ne aveva scritto
68
1952
specie di sperone dal quale si scorgevano forre e
69
1952
bianco e aguzzo sul quale, nelle ore di sole
70
1952
casa come quella dalla quale lo sguardo poteva librarsi
71
1952
il mondo brillante nel quale, a sentir lei, aveva
72
1952
andava dimostrando a Gemma quale zotico, sciocco; e indegno
73
1952
marito di Gemma. La quale trovava in queste canzonature
74
1952
sé certo Vittoni, il quale, poi, era quel giovane
75
1952
presentargli la Coceanu. La quale subito si informò se
76
1952
e del Vittoni. Il quale ora le stringeva forte
77
1952
Ma non osava confessarsi quale. ¶ Andò a finire che
78
1952
piscina in fondo alla quale fossero stati collocati dei
79
1952
come un tanfo, nel quale le voci e le
80
1952
piede di Gemma. La quale, turbata e spaventata, non
81
1952
su dal Vittoni. Il quale si valse di quel
82
1952
e confuso abbaiamento; al quale rispondeva, da uno di
83
1952
di meccanismo con la quale a certe cause seguivano
84
1952
per la rumena. Della quale aveva subito capito a
85
1952
Finalmente il Vittoni, il quale possedeva certe terre nei
86
1952
che il Vittoni, il quale aveva vanitosamente temuto una
87
1952
una chiarezza nuova. La quale, come conveniva ai suoi
88
1952
proprio la rumena, la quale dopo ogni vittoria sulla
89
1952
università di Roma, alla quale aspirava da tanto tempo
90
1952
davanti alla rumena. La quale fingendo una sua malinconia
91
1952
e affilato con il quale il marito usava tagliare
92
1952
sedia del Vagnuzzi. Il quale, aiutato dalla cameriera, tolse
93
1952
una settimana durante la quale si verificarono tutte le
94
1952
come l’avarizia. La quale, notoriamente, mette con facilità
95
1952
commedie. Un tempo nel quale i problemi morali l
96
1952
antica della città, al quale certamente i proprietari non
97
1952
fondo del corridoio. Dal quale era divisa da una
98
1952
vincolo molto solido. Il quale, appunto, serviva ad evitare
99
1952
sguardi sulla moglie. La quale sedeva con il bel
100
1952
al suo cliente. Il quale, come se avesse indovinato
101
1952
una vasta sala la quale riceveva la luce scarsa
102
1952
del camino. Presso il quale ella sedeva discorrendo con
103
1952
calore straordinario con il quale discorreva avrebbe potuto rivelare
104
1952
società di parata alla quale era convinta di appartenere
105
1952
rotondo per capire a quale ideale regola conformasse la
106
1952
Ma il momento nel quale doveva vergognarsi di più
107
1952
intorno una tavola sulla quale, solo lusso di quelle
108
1952
antipatico del Parodi; il quale era convinto di essere
109
1952
la De Gasperis. La quale in loro compagnia soffriva
110
1952
completa e soddisfacente. Alla quale non mancava neppure, grazie
111
1952
e ferma con la quale ella aveva rifiutato la
112
1952
saggezza. Quel ricevimento al quale, per colpa indiretta del
113
1952
espressione costernata con la quale egli riceveva questa dimostrazione
114
1952
i De Gasperis, la quale, mentre ella piangeva, gli
115
1952
ancora sulla porta il quale parlava solo e, vedendoli
116
1952
la De Gasperis. La quale, ritta nel mezzo dello
117
1952
La rapidità con la quale trascorrono per la buia
118
1952
inoltrato, dalla madre la quale, aggirandosi al buio per
119
1952
medesima imperscrutabilità con la quale aveva fatto la richiesta
120
1952
l’asta con la quale fu ferito il Cristo
121
1952
progetto di massima, il quale poi sarebbe stato discusso
122
1952
fidanzata del Mancuso; la quale si chiamava Amelia e
123
1952
sotto la finestra alla quale Silvio stava affacciato. Ma
124
1952
non sapeva più su quale particolare del disegno appuntare
125
1952
aprirvi un atrio nel quale potessero guardare le camere
126
1952
caldo asciutto e benefico quale si ha nei primi
127
1952
ricordo della fidanzata, il quale gli ispirava molta soddisfazione
128
1952
gialli e rossi, la quale conduceva dritta alla campagna
129
1952
molto ma molto diversa..." ¶ "Quale ragione?" ¶ "Ma per la
130
1952
come il Mancuso. Del quale sembrava ora a Silvio
131
1952
e intenso durante il quale cessò affatto di capire
132
1952
discorrere a Silvio. Il quale, appollaiato sopra un alto
133
1952
della difficoltà con la quale digeriva. Del resto, con
134
1952
dalla De Cherini; il quale, in tutti i casi
135
1952
Ma il procedimento al quale ricorreva era troppo meccanico
136
1952
e il matrimonio al quale era costretta, egli non
137
1952
il buio ardente dal quale affioravano le facce dei
138
1952
ho avuto una prova." ¶ "Quale prova?" domandò il Mancuso
139
1952
guardò il Mancuso il quale, affascinato, fece con il
140
1952
compiaciuto e negligente col quale ripose l’astuccio, Silvio
141
1952
come il Mancuso il quale, però, alla fine la
142
1952
ma il solitario, nel quale, sotto la direzione delle
143
1952
dai mobili scuri, nella quale nessuna cosa appariva bianca
144
1952
poi al canterano sul quale troneggiavano due alte brocche
145
1952
la sua lunghezza, dal quale pendevano in disordine molti
146
1952
figura di donna nella quale riconobbe subito Santina. Ella
147
1952
un attimo durante il quale il corpo dal capo
148
1952
tavola più grande, sulla quale si vedevano pile di
149
1952
Era la tavola alla quale facevano capo le cameriere
150
1952
di dietro attraverso il quale ogni tanto si scorgevano
151
1952
e senza denti, il quale si distingueva per non
152
1952
guardava fissamente Gianmaria. Il quale, se prima non aveva
153
1952
piatto più piccolo sul quale non pareva esserci che
154
1952
che per Santina, la quale, a sua volta, più
155
1952
e convenzionale sorriso, nel quale, accanto a pochi denti
156
1952
una porta chiusa, sulla quale si leggeva la scritta
157
1952
anno precedente, durante il quale, grazie al Giubileo, aveva
158
1952
mano un piatto sul quale era posato un bicchiere
159
1952
stessa semplicità con la quale era entrata, passò davanti
160
1952
capezzale della ragazza, la quale gli butta subito le
161
1952
stringeva il guanciale sul quale furiosamente imprimeva le labbra
162
1952
un minuto, durante il quale, con rabbia mescolata di
163
1952
corridoio in fondo al quale era la sua stanza
164
1952
vetri verdi dietro la quale Santina dormiva. Non sapeva
165
1952
balzò dalla sedia sulla quale si era lasciato cadere
166
1952
di trovare quella somma. "Quale mezzo?" interrogò. ¶ Santina rise
167
1952
guardavano il portone nel quale, dieci minuti dopo di
168
1952
di uno zio col quale non avessi mai avuto
169
1952
l’allarme per chissà quale minacciosa calamità incombente e
170
1952
sala da pranzo, nella quale avrebbe ritrovato, insieme con
171
1952
bianca. Dal modo col quale stringeva al fianco il
172
1952
un giovanotto bruno col quale usciva spesso... è fuggita
173
1952
quella donna con la quale stava e tutto il
174
1952
sotto le ceneri, il quale di colpo si ridesti
175
1952
sotto l’orlo del quale spuntavano due stivaloni di
176
1952
contro la donna la quale, due anni prima, dopo
177
1952
di una chiesa sulla quale spiccavano, sospesi sul portale
178
1952
di apparecchi radiofonici dal quale giungeva un baccano aggressivo
179
1952
mano di Marta. La quale approfittando di questo suo
180
1952
flebile: "O Luca..." nel quale pareva essersi raggrumata tutta
181
1952
e violentissimo questa volta, quale accompagna di solito la
182
1952
immensa, in fondo alla quale fosse ad un tratto
183
1952
viso al bimbo. Il quale, adesso, poppava con avidità
184
1952
il suo bambino alla quale gli pareva di essere
185
1952
io ho un’idea..." ¶ "Quale?" ¶ "La solita," egli disse
186
1952
impacciato, "quella, Marta, alla quale durante questi due anni
187
1952
e l’accento col quale disse queste parole commosse
188
1952
sopra il letto sul quale aveva appena adagiato il
189
1952
che indossava e nel quale, ritto, duro e impettito
190
1952
astuzia del seduttore il quale cercava di ingraziarsi la
191
1952
alla finestra contro la quale, in quel silenzio, tornavano
192
1952
una vasta camera nella quale ogni cosa, dall’ampio
193
1952
prese dal letto, sul quale stava disteso, un abito
194
1952
finezza della cucina alla quale erano abituate le due
195
1952
mano la realtà alla quale alludo, mi perdoni se
196
1952
nembo diluviale attraverso il quale rimbombava. I vetri tremarono
197
1952
il solo piede sul quale si sosteneva scivolò ed
198
1952
e la situazione nella quale si trovava, trattenne le
199
1952
spintone a Nora, la quale strillando "impostore, farabutto, lasci
200
1952
fagotto del bimbo il quale si era destato e
201
1952
rubicondo e irsuto, il quale fumava la pipa con
202
1952
lustro dell’asfalto sul quale correvano appaiati i fanali
203
1952
uno spazio angusto nel quale sarebbe stato possibile nascondersi
204
1952
eccettuato il lato dal quale guardava. ¶ Prima ancora della
205
1952
l’uscio dietro il quale si nascondeva Tarcisio. L
206
1952
violentemente paterno con il quale avrebbe parlato ad un
207
1952
nascondiglio. ¶ La tavola alla quale per tanti anni si
208
1952
giallo in fondo al quale restavano gli avanzi di
209
1952
prima, in treno. Ma quale poi fosse questo nesso
210
1952
del bagno attraverso il quale si penetrava nella camera
211
1952
anche il viso; sul quale, in qualsiasi circostanza, permaneva
212
1952
stordire il compagno. Il quale, fatte due o tre
213
1952
scena violenta durante la quale si guardò tuttavia dal
214
1952
piedi del poggio sul quale sorgeva la villa. ¶ Contro
215
1952
una figura nera la quale fece il gesto di
216
1952
che l’Urati il quale, entrato di soppiatto e
217
1952
vetrine; e tale e quale l’aveva fatta trasportare
218
1952
giunto nell’anticamera sulla quale davano tutte le stanze
219
1952
di marmo grigio sul quale brillava un largo e
220
1952
leggera vestaglia azzurra, la quale, molto lunga e ampia
221
1952
e le lunghe gambe; quale hanno spesso i manichini
222
1952
furore del Sangiorgio; nel quale continuava, come in passato
223
1952
al guanciale sotto il quale il bel volto aveva
224
1952
la sua mente, la quale durante il delitto si
225
1952
con una guardia, la quale, egli lo vide subito
226
1952
un altro uomo nel quale il Sangiorgio riconobbe subito
227
1952
uno spiazzo oltre il quale, in un diffuso e
228
1952
ironica e sufficiente indolenza, quale un padre che porti
229
1952
ascendere verso non sapeva quale cielo della felicità. Il
230
1952
acre, come di selvatico, quale hanno le donne molto
231
1952
di un cartellone sul quale si vedevano molti diavoli
232
1952
ambedue nel sedile il quale tosto si mosse, urtò
233
1952
smosse il gomito sul quale si appoggiava; in modo
234
1952
bussare alla rimessa la quale era chiusa. Poi aveva
235
1952
Monica, con una tal quale burlesca solennità. ¶ "E ora
236
1952
riuscisse di ricordare di quale colpa si fosse macchiato
237
1952
macilento del Santo, il quale piombava a rovescio, le
238
1952
giunse sul pianerottolo, sul quale si trovava una tavola
239
1952
contro il gatto. Il quale continuava a salire verso
240
1952
illuminato. Il letto sul quale poche ore prima aveva
241
1952
venuto quel chiacchiericcio, il quale, del resto, era anch
242
1952
e secco e lamentoso quale produce un uscio dai
243
1952
lungo, acuto stridio. Il quale, però, cessò ad un
244
1952
persistente, un rosicchiamento tenace quale può fare un topo
245
1952
balbettare Tancredi, "il topo..." ¶ "Quale topo?" disse la madre
246
1952
armadio in cima al quale stavano confinati, come in
247
1952
curiosità di Cosma, il quale mosse parecchie domande all
248
1952
mina nelle cantine, la quale ben presto sarebbe scoppiata
249
1952
per il sentiero il quale gli avrebbe permesso di
250
1952
che il Torta, il quale reggeva impassibilmente il corpo
251
1952
tra gli arbusti la quale pareva un sentiero, mentre
252
1952
stessa via per la quale erano venuti, tornarono all
253
1952
alla docilità con la quale, diversamente da Cosma, avevano
254
1952
brutta, sebbene non comprendesse quale potesse esserne la conclusione
255
1952
fianco il Torta il quale senza sapere quel che
256
1952
ritrovato quella borsa la quale era sua, forse ella
257
1952
guardò. La forcella sulla quale si trovavano era alta
258
1952
maniera diffidente con la quale Cosma stringeva la sua
259
1952
madre, povera vecchietta, la quale viveva sola e non
260
1952
le mosche, commosse Cosma. Quale fatto doloroso, pietoso, veramente
261
1952
veramente umano e drammatico. Quale anima delicata e profonda
262
1952
meno goffo con il quale, invariabilmente, incominciava la sua
263
1952
compreso dall’Albina la quale non rese il bacio
264
1952
il comandante con il quale egli avrebbe potuto spiegarsi
265
1952
si vergognava di dire quale specie di rapporti fossero
266
1952
al leccio sotto il quale si trovavano i due
267
1952
estremo di decomposizione dal quale, sotto il diluvio che
268
1952
un tavolo tondo sul quale la madre teneva il
269
1952
di divertimento osservare con quale lentezza e discrezione ella
270
1952
pudichi e discreti. Con quale impercettibile pressione ella stringeva
271
1952
specchio della consolle nel quale ella poteva, ogni volta
272
1952
lo sguardo con il quale chiedeva alla madre che
273
1952
sotto lo scoglio dal quale era saltato. Con l
274
1952
stesso pudore con il quale aveva poco prima detto
275
1952
rigido e intero col quale il petto tremava ad
276
1952
nome di Motta, il quale, come seppi, era il
277
1952
sciocco, al Motta il quale, invidioso della disinvoltura di
278
1952
la malizia con la quale erano cucite insieme non
279
1952
solletico al bambino, il quale prese a torcersi e
280
1952
poca allegria con la quale il mio amico si
281
1952
ad un pianerottolo sul quale una grande palma verde
282
1952
intelligente docilità con la quale Giovanni si prestava al
283
1952
mogano nel mezzo del quale una fruttiera di vetro
284
1952
forza in camera mia." ¶ "Quale sera?" chiesi interdetto. ¶ "Diceva
285
1952
sbrindellati in fondo al quale, in un’aria più
286
1952
ne sono pochi... il quale," concluse scendendo dall’ascensore
287
1952
un viso serio, dal quale non pareva ancora sfumata
288
1952
dietro il banco del quale un uomo tozzo, largo
289
1952
manie del commendatore. Il quale, sempre ansimando e gridando
290
1952
diceva apposta, affinché capissi quale fosse il fatto che
291
1952
la sola con la quale non ho bisogno di
292
1952
lassù? domandò imbronciata. ¶ "Con quale mezzo?" domandò il compagno
293
1952
capanna. Nel mezzo del quale un cerchio nero di
294
1952
stesso entusiasmo con il quale prima aveva strillato: "Muoiono
295
1952
il tripode sotto il quale, in un bagliore circoscritto
296
1952
piede nudo con il quale premeva il pedale. La
297
1952
brullo e soffice sul quale le ruote rimbalzavano mollemente
298
1952
dalla macchina con la quale la moglie era fuggita
299
1952
direttamente alla balconata dalla quale si godeva lo spettacolo
300
1952
una facciata, dietro la quale si stendeva tutto un
301
1952
intorno il villino. Il quale, di un triste colore
302
1952
e rispettosa con la quale si comportava. Doveva essere
303
1952
un madore rugiadoso sul quale il piede sdrucciolava. Questa
304
1952
fece trasalire Sergio il quale non poteva tollerare le
305
1952
dal modo con il quale si pavoneggiava dimenando i
306
1952
simile non sapeva in quale film. Pensò annoiato: "Ci
307
1952
collo lungo, intorno il quale si attorcigliava una treccia
308
1952
mesi di siccità, sulla quale persino le lucertole dal
309
1952
un grigiore specchiante nel quale il cielo di scirocco
310
1952
Un canto di Dante." ¶ "Quale?" ¶ Giacomo disse a caso
311
1952
ripiano erboso sotto il quale la collina discendeva di
312
1952
il promontorio calcinato sul quale sorgeva il faro. Lo
313
1952
una esile balaustrata alla quale, in quel momento, si
314
1952
arrivare fu Livio, il quale si afferrò ad una
315
1952
verso la roccia sulla quale si erano inerpicati Simona
316
1952
il marchio di fabbrica." ¶ "Quale marchio di fabbrica?" ¶ "Quello
317
1952
alla mano con la quale Giacomo sosteneva la lampada
318
1952
sarà sempre ostile." ¶ "Ma quale parte?" ¶ "Sei più intima