parole scritte
interroga:  scripta  ·  bsu  ·  civita

il corpus SCRIPTA


esplorazioni verbali


invenzioni verbali


Alessandro Baricco, Castelli di rabbia, 1991

concordanze di «silenzio»

nautoretestoannoconcordanza
1
1991
restavano nel buio, in silenzio, uno accanto all’altra
2
1991
di persone concesse al silenzio. Perché poi, subito, filtrò
3
1991
prima di cedere, in silenzio, proprio mentre il signor
4
1991
muovesse, e assolutamente in silenzio, iniziò a piangere, in
5
1991
Come un nòcciolo di silenzio nel cuore di un
6
1991
va benissimo, ma adesso silenzio... ¶ – Scusa, Pekisch... ¶ – Cosa c
7
1991
di incominciare... per favore, silenzio. ¶ Trentasei paia di occhi
8
1991
di incominciare... per favore, silenzio. ¶ Trentasei paia di occhi
9
1991
hai una nota, vero? ¶ Silenzio. ¶ – Che nota è, Pekisch
10
1991
Che nota è, Pekisch? ¶ Silenzio. ¶ – Pekisch... ¶ Silenzio. ¶ Perché, a
11
1991
è, Pekisch? ¶ Silenzio. ¶ – Pekisch... ¶ Silenzio. ¶ Perché, a dire tutto
12
1991
con lo sguardo. Intorno, silenzio totale. Passò forse un
13
1991
in cui tornò il silenzio capì di averne la
14
1991
una rotonda bolla di silenzio. Sfiorandolo si ruppe, macchiando
15
1991
si ruppe, macchiando di silenzio il gran frastuono dell
16
1991
mia stanza e in silenzio entro in quella del
17
1991
tutto il resto... in silenzio... vede, in tanti anni
18
1991
una chiatta, risaliva in silenzio il fiume. ¶ Muta: questo
19
1991
casa, si disperdevano nel silenzio della vita qualunque lasciandosi
20
1991
accendesse la caldaia. Nel silenzio più totale i due
21
1991
qualcuno che respira?, il silenzio, infine, il silenzio assoluto
22
1991
il silenzio, infine, il silenzio assoluto e dentro il
23
1991
prato puro e semplice. ¶ Silenzio. ¶ Poi tutte le grida
24
1991
tuo treno, signor Rail? ¶ Silenzio. ¶ – In che città? ¶ – È
25
1991
città? ¶ – In una città. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ – In che
26
1991
In una città. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ – In che città
27
1991
una città. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ Silenzio. ¶ – In che città? ¶ – A
28
1991
carico di grida, nel silenzio totale tutt’intorno, un
29
1991
e l’altro, il silenzio. Un narratore sconfitto da
30
1991
cos’è un elefante... ¶ – Silenzio, per favore... ¶ – È un
31
1991
non mi fate fesso... ¶ – Silenzio, si riparte dalla battuta
32
1991
aveva intitolato tutto questo Silenzio. Segretamente, l’aveva dedicato
33
1991
lì, a parlarsi in silenzio, per un tempo infinito
34
1991
trasparenti. La sera, nel silenzio del suo studiolo, sentiva
35
1991
una bolla di acre silenzio, in compagnia della sua
36
1991
signor Rail. Scivolava il silenzio sul disegno del Crystal
37
1991
ancora, intorno, un piccolo silenzio che galleggiava nell’aria
38
1991
tutto – a mollo nel silenzio. ¶ Se si è capaci
39
1991
bisogna immaginarlo così. ¶ Un silenzio infinito. ¶ Non per altro
40
1991
sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita
41
1991
violino, e morirà in silenzio, senza sapere perché, e
42
1991
vera di Quinnipak – nel silenzio, è evidente, senti l
43
1991
dell’istante lungo di silenzio, anche prima di tutto
44
1991
l’altro – fucilare il silenzio con armi fatte di
45
1991
a guardare lontano, in silenzio – dentro di loro il
46
1991
ridere, di parlare, un silenzio orrendo, non sapevamo cosa
47
1991
casa, vi trovò un silenzio orrendo e un ospite
48
1991
di vimini. Respirano il silenzio, senza cercare parole. Essere
49
1991
adesso s’è svegliato. ¶ Silenzio. ¶ Il signor Rail ha
50
1991
l’amore con Jun. ¶ Silenzio. ¶ – Lei stava sopra di
51
1991
lentamente ed era bellissima. ¶ Silenzio. ¶ Il giorno dopo Hector
52
1991
farsi. Poi mormorò, nel silenzio generale ¶ – Assegnato. ¶ La signora
53
1991
sottile e inattaccabile: il silenzio. Morì, una notte d
54
1991
Mangiò veloce e in silenzio. Quando, inopinatamente, e in
55
1991
era un gran bel silenzio, tutt’intorno. Per tutti
56
1991
dannati singhiozzi, naufragato nel silenzio di quelle stupide lacrime
57
1991
nota. In un meraviglioso silenzio, la cassa di legno
58
1991
ultima parola era: America. ¶ Silenzio. ¶ – Continua, Jun. Hai voglia