parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

134. IL DIAVOLETTO
sottotitolo
Giornale semiumoristico, politico, industriale, illustrato; poi: Giornale semiumoristico, politico, teatrale, illustrato; poi: Giornale semiumoristico, letterario, politico, teatrale, illustrato; poi: Giornale semiumoristico, letterario, politico, illustrato; poi: Giornale semiumoristico, politico, illustrato; poi: Giornale semiumoristico, illustrato.
luogo
Milano.
durata
7 ottobre 1875 (a. I, n. 1) - dal 23 al 29 aprile 1876 (a. II, n. 29).
periodicità
Settimanale.
direttore
Vincenzo Regis, direttore e proprietario responsabile.
stampatore
Tipografia e litografia di Regis eTosi; poi: Tipo-litografia Regis e compagni.
pagine
4.
formato
Da 37x27 cm a 44x31 cm.
prezzo
5 centesimi; poi: 10 centesimi.
abbonamento
3,50 lire; poi: 5,50 lire.

Si occupò quasi esclusivamente di questioni politiche, se si esclude un'ampia parentesi dedicata al carnevale, del quale lamentò la decadenza (5 marzo 1876):

Ei fu: siccome un mobile
Dal quinto pian slanciato,
Fermo riman sul lastrico
In miserando stato;
Così percossa, attonita
Milano al nunzio sta, [...]

Lui sfolgorante al nascere,
Promise e monti ed acque,
Ma, senza vece assidua,
Cadde, non sorse, e giacque!
Coi mille ch'or protestano
Il pseudo-vate sta. [...]

Scarna, senil quaresima,
A penitenze avvezza,
Del Carnevale allègrati
Che più superba altezza
Ad invidiar tue pratiche
Giammai non si chinò.


Accolse con benevolenza della visita in Italia di Guglielmo II, nell'ottobre del 1875; seguì le vicende della Società ferroviaria Alta Italia (dichiarandosi contrario al riscatto) e giudicò con favore l'avvento al potere della Sinistra, salutata con una grande allegoria raffigurante l'Italia che schiaccia la Consorteria, in nome del suffragio universale, dell'istruzione obbligatorio e del "galantomismo".
Le litografia erano firmate normalmente da Cam, mentre per gli articoli e le poesie ricorreva spesso il nome di Ettore Amedei.

raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca nazionale Braidense - Milano.