parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

173. FOGLI VOLANTI
sottotitolo
Giornale artistico umoristico illustrato settimanale.
luogo
Milano.
durata
6 gennaio 1884 (a. I, n. 1) - 13 aprile 1884 (a. I, n. 15*).
periodicità
Settimanale.
gerente
Serafino Burla.
stampatore
Milano, Tipografia degli operai (Società cooperativa).
pagine
8:
formato
30x23 cm.
prezzo
10 centesimi.
abbonamento
5 lire.

I «Fogli volanti» saranno "ciò che vogliono essere," - prometteva il giornale - "artistici per eccellenza, ed umoristici quando ne avranno voglia". Promessa mantenuta, poiché il giornale fu soprattutto una palestra artistico-letteraria dove si incontrarono numerosi talenti attivi a Milano in quegli anni. Fra i nomi dichiarati o rilevabili direttamente bisogna segnalare: Allegri, L. Bazzero, V. Bignami, G. Bucchi-Benvenisti, A. Cagnoni, G. Ciardi, Coen, L. Conconi, T. Cremona, Crespi, G. Favretto, Gignous, F. Lieti, G. Mantegazza, Nono, P. Sala, Tito, E. Yunck per quanto riguarda i collaboratori artistici, e L. Arrigoni, L. F. Bolaffio, F. Fontana, G. Gallina, A. Gramola, G. R. Levi, A. Noseda, L. Pisani, G. Sbodio, A. Tedeschi, E. Turati, B. Valtolina, E. Volpi per quanto riguarda i collaboratori letterali.
Quantunque secondaria, come detto, la parte umoristica non era però insignificante. Al contrario, in accordo con il tono distinto e raffinato della pubblicazione, offriva spiritosaggini e illustrazioni delicate ma non insipide, come testimonia il sonetto anticlericale Se fossi prete di Lorenzo Stecchetti:

Se fossi prete, Dio! che gusto matto!
che gusto viver semplice e modesto!
alzarsi tardi, andare a letto presto,
mangiar benone e non far niente affatto.

Prospererei col mio naso scarlatto,
contento del cuoco e dell'onesto,
a pranzo sarei lento, a messa lesto,
metterei pancia e vorrei bene al gatto.

Ma delle ore mie, le più carine,
sarebber sempre quelle consacrate
a confessarvi, belle mie donnine.

Oh!... che gusto passar le mie giornate
fra i peccatucci delle signorine
e i peccatacci delle maritate.


Il giornale veniva dato in dono agli abbonati del quotidiano milanese «L'Italia».

bibliografia
Francesco Cazzamini Mussi, Il giornalismo a Milano dal 1848 al 1900, Como, 1935.
raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca nazionale Braidense - Milano.