parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

38. LA BAGULONA
Dal 2 giugno 1921 (a. I, n. 2): LA BAGOLONA.
Dal 6 luglio 1922 (a. II, n. 1): MERLIN COCAI.
Dal 12 luglio 1921 (n. 1): LA BAGOLONA.
sottotitolo
Umoristico settimanale; poi: Umoristico settimanale del partito bagolonico mantovano; poi: Umoristico settimanale illustrato; poi: Periodico settimanale mantovano satiricoumoristicopupazzettato letterario mondano; poi: Satiricoumoristicopupazzettato letterario mondano; poi: Settimanale-umoristica - pupazzettata - mantovana; poi: Settimanale - umoristica - mantovana.
motto
La parla n'a volta a la smana ma quant la parla! !!...; poi: nessuno; poi: A quale suocera mantovana faremo il monumento?; poi: «Castigat ridendo mores»; poi: nessuno.
luogo
Mantova.
durata
26 maggio 1921 (a. I, n. 1) - 9 agosto 1924 (n. 5*). Sospese le pubblicazioni dall'11 novembre 1922 (a. II, n. 12) al 12 luglio 1924 (n. 1).
periodicità
Settimanale.
direttore
Nessuno; poi: Arturo Timolini; poi: Mardocheo Panseta; poi: Guido Perobelli.
gerente
Bruno Gelosi, poi: Arturo Timolini; poi: Adolfo Carloni; poi: Guido Perobelli, direttore responsabile.
stampatore
Mantova, La Provinciale di A. Barruffaldi; poi: Stabilimento tipografico Eredi Segna di A. Sbroffoni.
pagine
4.
formato
53x37 cm; poi: 50x35 cm.
prezzo
30 centesimi.
abbonamento
14 lire; poi: 15 lire.

Buona parte di questo periodico, il cui titolo significa proprio pettegola, era occupato da una rubrica (Vociferasi) di veri e propri pettegolezzi, inviati al giornale direttamente dai lettori della città e del contado. La rubrica doveva essere molto appetita ma anche molto rischiosa, tanto che il giornale dovette ripetutamente rivolgersi al pubblico con questo avviso:

Si avvertono tutti i nostri corrispondenti di inviare vociferasi spiritosi e che non offendano, ripetendo che il nostro giornale non è lo sfogatoio di astii personali.

Politicamente «La Bagulona» aderì al fascismo, ma senza particolare zelo:

Clericali, socialisti,
democratici sociali,
liberali comunisti
tutti son per lei uguali.

Popolari o pipiani,
mantovan nazionalisti
mazziniani repubblicani
sissignor pure i fascisti

State tutti attenti bene
all'enorme sua scopona
che vi spazza senza teme
sul giornal: la Bagolona.


Rinacque tuttavia fascistissima, dopo la sospensione del 1923.
Fra i collaboratori: Ettore Berni, Enzo Boccola, Giuseppe Guerra, E. Montecchi, Ciro Sinigaglia, Giusto Stecchini per i testi; Gimar e Giovanni Minuti per le illustrazioni.

bibliografia
Emilio Faccioli (a cura di), Mantova. Le lettere, Mantova, 1959-1963.
raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca comunale Teresiana - Mantova: Dal 2 giugno 1921 (a. I, n. 2).