parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

417. LA SETTIMANA UMORISTICA
sottotitolo
Nessuno; poi: E' l'eco dell'umorismo universale, il fonografo dello spirito degli altri, l'illustrazione umoristica degli avvenimenti, la satira delle cose e delle persone; e tutto questo senza offendere nulla e nessuno.
luogo
Milano.
durata
5-12 aprile 1900 (a. I, n. 1) - 29 dicembre 1901 (a. II, n. 91).
periodicità
Settimanale.
editore
Carlo Aliprandi.
direttore
Oreste Poggio.
gerente
Alfredo Rampoldi.
stampatore
Milano, Tipografia Marcolli e Turati.
pagine
4.
formato
56x38 cm; poi: 28x19 cm.
prezzo
10 centesimi; poi: 5 centesimi.
abbonamento
5 lire; poi: 2,5 lire.

Il giornale si offriva al pubblico come una antologia settimanale della migliore produzione umoristica comparsa sulla stampa italiana ed estera, ma prometteva anche contributi originali, sollecitando i lettori a cimentarsi in lavori "d'arte umoristica, frutto di penna o di matita non importa, purché geniale, libera, decente".
Argomento preferito del giornale era l'umorismo di evasione, con una particolare predilezione per le battute garbatamente salaci, che offrivano lo spunto per una infinita varietà di raccontini, spigolature, versi, oltre che, naturalmente, vignette. Anche la politica era visitata, talvolta, ma senza alcun mordente polemico.
Per il fatto di essere molto selezionate, le vignette di questa pubblicazione erano sempre di buon livello, e spesso ottime, sia per la qualità della battuta che per la fattura del disegno. Si fuse con «Il Mondo che ride» (n. 304), giornale gemello pubblicato dallo stesso editore.

raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca nazionale Braidense - Milano.