parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

94. CARLO PORTA
Dal 16 novembre 1879 (a. I, n. 17): IL NUOVO CARLO PORTA.
sottotitolo
Nessuno; poi: Giornal per el pòpol. El ven foeura tutt i domenich; poi: Giornale per il popolo. Esce tutte le feste; poi: Giornale per il popolo.
motto
E mi sont Carlo Porta milanes, / E bott lì, senza nanca on strasc d'on don (Carlo Porta, sonett).
luogo
Milano.
durata
27 luj 1879 (a. I, n. 1) - 11 aprile 1880 (a. II, n. 31*).
periodicità
Settimanale.
gerente
G. B. Castiglioni.
stampatore
Milano, Tipografia letteraria; poi: Tipografia milanese C. A. Giuliani; poi: Tipografia commercio di G. Brambilla; poi: Tipografia milanese C. A. Giuliani.
pagine
4; poi: 8.
formato
39x28 cm; poi: 28x19 cm.
prezzo
5 centesimi.
abbonamento
1,50 lire, finna la fin d'ann; poi: 1,30 lire, finna la fin d.'ann; poi: 3 lire.

Giornale democratico liberale scrupolosamente redatto, almeno fino al novembre del 1879, in dialetto meneghino.

A la bell'e mej nun carcaremm, senza dass l'aria de Catoni e de Aristarchi, de tragh in moneda al pòpol tutt i question, che per lu se poden ciamà assolutament vitâj.

La "Redazion" del foglio era composta anzitutto da Giovannin Bongee, cui facevano seguito altri noti personaggi del mondo portiano, quali il Marchionn di gamb avert, Fraa Condutt, Fraa Zenever, l'Abaa Giovan, e perfino la "marchesa donna Paola Travasa", meritevole membro "de la Societaa zoofila". La vena satirica del giornale era spesso oscurata dal piglio invettivo, soprattutto nella ostinata polemica che il giornale condusse contro la questura e il prefetto, marchese Luigi Gravina, colpevoli di aver duramente represso una pacifica manifestazione popolare.
Con il 1880 il «Carlo Porta» - divenuto «II Nuovo Carlo Porta» - rinunciò all'impiego del dialetto e stemperò il proprio intendimento battagliero, lasciando spazio ad alcune vignette litografiche di modesta fattura e di non grande mordente.
Fin dai primi numeri il giornale pubblicò L'acquavitee, una libera rielaborazione firmata da Giovannin Bongee de L'Assommoir di Emile Zola.

bibliografia
Francesco Cazzamini Mussi, Il giornalismo a Milano dal 1848 al 1900, Como, 1935; Giuseppe Farinelli (a cura di), La pubblicistica nel periodo della scapigliatura, Milano, 1984.
raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca nazionale Braidense - Milano.