parole scritte
interroga:  SCRIPTA  ·  BSU  ·  CIVITA

itinerario verbale


pensieri verbali


Bibliografia dei giornali lombardi satirici e umoristici

99. IL CENTESIMINO
Dal gennaio 1916 (a. II, n. 1): CENTESIMINO DELLA DOMENICA.
sottotitolo
Quotidiano pupazzettato. Organo delle vittime del «Catenaccio»; poi: Settimanale satirico illustrato.
luogo
Milano.
durata
1° marzo 1914 (n. di saggio) - 23 luglio 1916 (a. II, n. 26).
periodicità
Quotidiano; poi: settimanale.
gerente
P. G. Feroldi; poi: Gaetano Porta.
stampatore
Milano, Tipografia f.lli Veronesi; poi: Stabilimento tipografico Milesi e Nicola; poi: Tipo-lito Toffoloni; poi: Stabilimento tipografico del «Centesimino»; poi: Tipografia Monforte.
pagine
4.
formato
25x35 cm; poi: 50x35 cm; poi: 47x33 cm.
prezzo
1 centesimo; poi: 5 centesimi.
abbonamento
6 lire; poi: 5 lire.
note
Il numero domenicale era doppio, alle volte riguardo al numero di pagine, più spesso riguardo al formato; il prezzo, in questi casi, saliva a 3 centesimi.

Il giornale si chiamava «Centesimino» perché veniva offerto come resto al prezzo dei sigari. Di vocazione chiaramente politica, non aveva però un colore preciso, come volle mostrare occupandosi di elezioni:

Con tutti quei programmi l'elettore
Resta indeciso e non sa cosa fare.
Non sa per chi decidersi a votare
Pel socialista o pel conservatore
Pel radicale o pur pel clericale.
Voti per tutti: l'uno, l'altro vale.


Lo scoppio della guerra contribuì a indirizzare più precisamente il giornale che si schierò con decisione sul fronte interventista. Solidarizzò con «L'Asino» (n. 22) e con «II Travaso delle idee», vittime di censure e processi intentati loro dal governo neutralista ("Salandra ci vuol tutti neutrali / Perciò vuole tagliarci... gli ideali").
Pubblicava regolarmente una grande vignetta in prima pagina, corredata sempre da un commento in versi. Fra i personaggi presi più di mira figurano, ovviamente, Guglielmo II e Francesco Giuseppe, quest'ultimo spesso raffigurato nelle sembianze di un teschio. Alle volte (specie la domenica) la qualità del disegno era buona, ma di solito alquanto scadente. Col tempo anche le pagine interne si arricchirono di piccole immagini d'occasione, ma normalmente non erano illustrate. Fra le rubriche è il caso di citare: Spirito... non tassato, Cartoline del pubblico, Centesimino sportivo, Centesimino teatrale, Riviste e giornali, Notizie e telegrammi, Recentesiminissime, Milano in giro, e il romanzo di appendice.

raccolte
Biblioteca nazionale centrale - Firenze. Biblioteca nazionale Braidense - Milano: 1914 (lac.); 1915 (lac.).